Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
22 settembre 2018

Spettacoli

Chiudi

21.05.2018

Salome e le note di Strauss
che descrivono le passioni

I precedenti diretti del mito ottocentesco di Salomè sono i due racconti – Hérodiade di Gustave Flaubert (1877) e Salomè di Jules Laforgue (1886). Diversamente nell’opera lirica Hérodiade di Massenet (1881), Salomè si innamora, corrisposta, di Giovanni, e si fa cristiana. L’opera di Strauss Salome ha invece uno stretto rapporto con lo scabroso dramma di Wilde del 1893, rappresentato a Parigi nel 1896, la cui rappresentazione fu vietata a Londra fino al 1931, il cui testo venne solo tradotto da Strauss con pochi tagli per la sua opera. Con la sua musica Strauss ricerca l’espressione delle pulsioni nascoste, nella direzione dei lavori di Freud sull’incoscio. La musica combina tre differenti modi di organizzazione sonora: il linguaggio tonale, l’allargamento post romantico dell’armonia tonale, la dodecafonia. Fra tutti prevale il primo, benché l’armonia, continuamente sospinta al suo limite, divenga ambigua, facendo perdere la sua direzione tonale. Cromatismi e dissonanze sono impiegati per marcare la passione incestuosa di Erode, la violenza di Erodiade, i momenti di delirio di Salomé. L’orchestra ci dipinge il “sentire” dei personaggi. Jokanaan canta con un linguaggio musicale più tradizionale, al contrario Salomè impiega un canto cromaticamente aspro, da cui trapela il suo desiderio e la sua ansietà. L’inconciliabilità fra loro è resa evidente dal fatto che le voci non si fondono mai in un concertato, restando divise. All’inizio della scena V il desiderio irrefrenabile di Erode viene comunicato con una scala discendente. Inesorabile.

Elena Biggi Parodi

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1