Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
21 aprile 2018

Spettacoli

Chiudi

20.11.2017

Letteratura e composizione
un legame forte e invisibile

Quando un artista inizia una composizione letteraria, artistica o musicale il problema con il quale ben presto si misura è come andare avanti? Come continuare per far sì che ogni nuova parte sia collegata al tutto? Molte ragioni, ma anche questa, hanno fatto sì che la musica strumentale si sia avvalsa spesso dell’organizzazione precedente d’un componimento letterario. Dagli accenti, al numero delle sillabe, alle strofe, i compositori possono avvalersi di un’intelaiatura su cui modellare la forma musicale della creazione. Da esso hanno ricavato spesso anche le atmosfere, ispirandosi ai contenuti che esprime il componimento letterario. Nel Jazz un vasto repertorio di canzoni con diverse provenienze, gli Standards, non solo testi quindi, ma anche melodie e armonie sono utilizzate come trampolino per l’improvvisazione e si trovano raccolte nel Real Book. Il libro “Gli standard del Jazz” di Ted Gioia, tradotto in italiano dalla Edt nel 2015, raccoglie informazioni su queste canzoni. Notizie utili allo storico, all’appassionato, ma anche ai musicisti per la loro reintepretazione creativa con la segnalazione delle più significative versioni di cui essere al corrente.

«Per il musicista Jazz- avverte Gioia- la conoscenza di questo repertorio è ancora più importante che conoscere le opere di Bach o di Beethoven per un musicista classico. Un famoso sassofonista non voleva dare i nomi dei brani neanche quando era sul palco. Suonava una breve introduzione al sax tenore e da queste scarne indicazioni capiva quale brano fosse e in che tonalità».

 

Elena Biggi Parodi

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1