Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
24 gennaio 2018

Spettacoli

Chiudi

04.09.2017

L’opera non richiama giovani
Manca la cultura musicale

Si è conclusa la novantacinquesima edizione del Festival lirico all’Arena di Verona: 48 serate di spettacolo con circa 380.823 presenze complessive. Di queste 42.800 biglietti  di giovani Under 30, di cui 22.000 biglietti venduti a studenti delle scuole primarie, secondarie e dell’Università. Questo significa che, immaginando di guardare la platea d’un teatro su circa nove spettatori solo uno ha meno di trent’anni. L’immagine è quella desolante d’un pubblico attempato, nonostante i titoli più popolari in cartellone, come Nabucco, Aida, Rigoletto. Parliamo di valori culturali, identità nazionale ma non ci meravigliamo di questa composizione del pubblico nel nostro paese. Senza una politica culturale della nostra scuola non ci sarà un pubblico, domani, né per il teatro musicale, né per la musica d’arte. Fatto salvo per quelle famiglie in cui l’incontro con questo patrimonio emotivo e culturale avviene naturalmente, la scuola italiana (espressione della classe politica), considera questo repertorio difficile, se non pesante. Mentre la presenza della musica nella nostra quotidianità è pervasiva, non si ritiene che sia necessaria per tutti una competenza sufficiente a stabilire rapporti con le altre manifestazioni del pensiero umano, dalla letteratura alle arti visive. Questa non si dà solo imparando a suonare poche note. Anche solo per l’arricchimento emotivo personale è necessario comprendere le differenze stilistiche dei vari linguaggi musicali. Acquisire quel minimo di informazioni per conoscere la storia di come si è emozionato l’uomo con la musica.

 

Elena Biggi Parodi

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1