Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
16 dicembre 2018

Spettacoli

Chiudi

20.10.2017

Al Festival Verdi debutta
la nuova «Jerusalem»

A Parma è in corso il Festival Verdi. Da non perdere la nuova produzione di Jerusalem, l’opera che, andata per la prima volta in scena a Parigi il 26 novembre 1847, proveniva dai Lombardi alla prima crociata. Hugo de Ana, ne firma regia, scene e costumi. Alla guida della Filarmonica Arturo Toscanini e del Coro del Teatro Regio di Parma è Daniele Callegari. Nel cast vocale grandi nomi, fra essi Ramón Vargas, Michele Pertusi, Annick Massis. L’opera sarà eseguita nell’edizione critica curata da Jürgen Selk.

Nuova produzione anche Falstaff con Roberto de Candia, Riccardo Frizza direttore d’orchestra, regia di Jacopo Spirei. Dallo scorso anno il Festival Verdi coinvolge lo spazio del secentesco Teatro Farnese con le sue preziose strutture lignee. Qui Graham Vick affronta l’impresa di mettere in scena Stiffelio, per i limiti che questo spazio architettonico impone in termini di logistica e di rispetto delle norme per garantirne la sicurezza. Protagonisti sono Luciano Ganci, Maria Katzarava, Giovanni Sala, con l’Orchestra e Coro del Teatro Comunale di Bologna, diretti da Guillermo Garcia. La produzione si avvale della nuova edizione critica realizzata da Kathleen Kuzmick Hansell che dirime i problemi legati alla tormentata nascita di questa composizione teatrale. Stiffelio andò in scena per la prima volta a Trieste il 16 novembre del 1850 e successivamente fu modificata per divenire la nuova opera Arold”. Contemporaneamente nel ridotto del teatro un percorso espositivo rievoca le rappresentazioni di Jérusalem dalla prima parigina del 1847.

 

Elena Biggi Parodi

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1