Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
14 dicembre 2018

Spettacoli

Chiudi

29.07.2018

Sting & Shaggy, il reggae per ballare sotto le stelle

Sting & Shaggy al debutto in Italia, al Forte Arena di Santa Margherita di Pula, giovedì seraSting e Shaggy, uniti dalla passione per il reggae
Sting & Shaggy al debutto in Italia, al Forte Arena di Santa Margherita di Pula, giovedì seraSting e Shaggy, uniti dalla passione per il reggae

Sting & Shaggy, la coppia che non ti aspetti. Il “pungiglione” Gordon Matthew Sumner, classe 1951, già bassista e frontman dei Police, dal 1985 raffinato solista. Orville Richard Burrell, classe 1968, che ha rubato il nome a un personaggio del cartoon di Scooby Doo. Il poeta di Newcastle, che ha firmato capolavori come “Fragile” e “Fields of Gold”, “Roxanne” e “Every breathe you take” e il rapper giamaicano che ha fatto ballare mezzo mondo con “Boombastic“ nel 1995 e, cinque anni dopo, con “Hey sexy lady”. Due artisti finiti ultimamente nell’ombra che si sono incontrati per divertirsi e che per divertimento - dopo il singolo presentato all’ultimo Festival di Sanremo, “Don’t make me wait” - hanno inciso un album (“44/878”, ovvero i prefissi telefonici di Regno Unito e Giamaica) e adesso affrontano un tour mondiale, partito dalla città catalana di Girona, il 21 luglio e che è approdato in Italia dopo tappe in Francia e Germania. Dopodichè la strana coppia si trasferirà in Brasile e infine affronterà diverse piazze statunitensi e canadesi, con il gran finale il 23 ottobre a Santiago del Cile. Niente male per una collaborazione nata per caso e, per entrambi, forse utile a ritrovare successi di mercato ormai lontani nel tempo. Shaggy ha inciso in tutto dodici dischi, ma chi li conosce e li ricorda? Resterà sempre e comunque mister “Boombastic lover! lover!“, grazie anche alla Levis’ che si era appropriata del suo brano per promuovere I jeans. E Sting? L’ultimo disco d’oro l’ha ottenuto nel 2009, per le vendite dell’album “If on a Winter’s Night”. Pubblico e critica hanno accolto con delusione e freddezza anche il suo ultimo album da solista, “57th & 9th", uscito nel 2016 e interpretato dall’ex insegnante di inglese e disegno a Mantova, il luglio scorso. Serviva un’iniezione di entusiasmo e novità per entrambi, che hanno trovato terreno fertile nel reggae: quello giamaicano e quello più sofisticato, ribattezzato Reggae’n’Roll, che Sting ha composto per “Roxanne” e altri successi dei Police. Galeotto fu il singolo sanremese, finito al primo posto della classifica di Billboard riservata alla categoria reggae. La motivazione di cui i due artisti avevano bisogno: si sono rinchiusi in sala di registrazione, negli Sear Sound Studios di New York e supportati dai rispettivi, fidati collaboratori hanno composto, registrato e mixato i 16 brani della tracklist di “44/876”. «Questo è il disco di cui il mondo ha bisogno in questo momento», ha dichiarato Shaggy alla stampa americana: 57 minuti di atmosfere caraibiche che all’ascolto ti fanno immaginare spiagge incantate, palme e cocktail ai frutti tropicali. Dialoghi fra i due, niente di impegnativo: pura musica da ascoltare per sorridere e rilassarsi, con la voce british di Sting che ben si amalgama con quella profonda di Shaggy. Positive, addirittura entusiastiche le recensioni, con i critici che esaltano il puro divertimento che il concerto provoca: una scaletta di 26 brani, pescati nell’album in comune e nel repertorio personale dei due artisti. Con Sting che si esalta al basso e traduce in un reggae ancor più genuino i vecchi cavalli di battaglia dei Police. Musica da godere sotto le stelle, in un’Arena quasi gremita. •

Paola Colaprisco
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1