Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
24 aprile 2018

Spettacoli

Chiudi

14.04.2018

Ramrod, un rock che ha l’impeto del soul

Il gruppo rock di Novara Ramrod
Il gruppo rock di Novara Ramrod

Una band che ricorda il titolo di un brano esplosivo di Bruce Springsteen (Ramrod, cioè la bacchetta usata per spingere nel fucile la polvere da sparo) e che propone rock suonato con l’impeto della soul music e l’asprezza del blues. Questa sera alle 21.30 sul palco del Bar the Brothers di Grezzana ci sono i Ramrod, quintetto originario di Novara, formato da Martina Picaro (voce), Marco Picaro (chitarra e flauto), Adriano Roll Nolli (tastiere), Emanuele Elia e Daniel Sapone (sezione ritmica). Nel 2017 la band ha suonato sul palco del Pistoia Blues dopo aver superato le selezioni per l’Italian Blues Night. Qualche mese fa hanno partecipato alla fine del concorso Fiat Music 2017, presentato da Red Ronnie all’interno di Roxy Bar TV, all’Ariston di Sanremo. Sul palco del teatro che ospita il Festival hanno presentato il brano “October”, una cavalcata rock-blues anni ’70 «senza presente, senza futuro, senza passato», come canta con voce potente Martina, tra Janis Joplin, Lynyrd Skynyrd, Jefferson Airplane e Allman Brothers. Nel repertorio dei cinque musicisti piemontesi, brani originali come “Don’t call me sunshine” («L’unica luce che si vede è la pallida luna/ non chiamarmi sunshine perché sono figlia della luna»), e “Tell your son”, ispirata all’attentato del Bataclan. Nati nel 2013 su impulso dei fratelli Picaro, hanno iniziato come cover band di rock «sudista» e classic rock anni ’70, per arrivare a proporre canzoni proprie. Dopo un mini-album, a fine 2016 hanno pubblicato il primo album con materiale inedito, intitolato “First fall”. Tra la canzoni più significative, “Reality”, con liriche prese da una poesia di un giovane americana, Leha Stahlecker. I Ramrod hanno portato la loro musica in tutta Italia, ma anche all’estero. A marzo hanno suonato tra Belgio, Germania, Svizzera e Olanda. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

G.BR.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1