Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
18 gennaio 2018

Spettacoli

Chiudi

30.12.2017

Orchestra Enrico De Mori nel concerto di Capodanno

La presentazione del concerto in Sala Arazzi
La presentazione del concerto in Sala Arazzi

Francesca Saglimbeni Nell’estate dello scorso anno ci lasciava il maestro Enrico De Mori. Ma non certo la sua anima musicale, nella cui memoria si terrà, anche per il 2018, il Concerto di Capodanno tradizionalmente affidato alla bacchetta del grande compositore nonché direttore d’orchestra in omaggio alla città di Verona. Quello di lunedì 1 gennaio, eseguito dall’Orchestra da camera intitolata al suo stesso nome, presso il palazzetto Alberto Masprone di borgo Milano, alle 16.30, sarà il primo senza di lui, e sarà il trentesimo appuntamento della manifestazione da egli stesso avviata nel 1989. A dirigerlo, sulle note di celebri temi popolari del primo Novecento italiano e della cinematografia nostrana o internazionale saranno, a turno, il figlio Francesco De Mori e Graziano Guandalini. Un repertorio di 20 brani, con pezzi in omaggio a grandi firme di colonne sonore quali Ennio Morricone, di cui saranno eseguiti «Gabriel’s oboe» (brano strumentale scritto per il film Mission), «Tema d’amore» (da Nuovo cinema Paradiso), ma anche a classici in bianco e nero come «Smile», scritto da Charlie Chaplin per «Tempi Moderni». In onore alla cultura musicale nazionale del secolo scorso «proporremo invece romanze italiane o arie d'opera», hanno annunciato i due direttori d’orchestra, durante la presentazione del concerto (a ingresso gratuito) condotta a Palazzo Barbieri dall’Assessore allo Sport e Tempo libero Filippo Rando, riferendosi a «Musica proibita», romanza composta da Stanislao Gastaldon, «Vienna Vienna», valzer lento di Siceczinsky, «Core Ingrato», canzone napoletana di Salvatore Cardillo, o ancora, «Funiculì funiculà». La maggior parte interpretate da voci del calibro di Mario Del Monaco e Beniamino Gigli. Una carrellata di motivi «con cui ci auguriamo di attrarre anche molti giovani», ha aggiunto Tiziano Cappelletto, clarinettista dell’Orchestra Enrico De Mori, invitando il pubblico più attempato a fare richieste dalla platea. Durante il pomeriggio musicale, condotto da Grazia Marcon, saranno raccolti fondi per il Progetto Convivio che organizza attività di intrattenimento rivolte ai pazienti oncologici del Policlinico», ha ricordato Paolo Pertegato dei Servizi Teatrali Televisivi Cinematografici. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1