Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
22 settembre 2018

Spettacoli

Chiudi

10.09.2018

Musica e solidarietà
«Voci e volti»
pensa all'Africa

Un fiume travolgente di emozioni sui gradoni del teatro Romano ieri sera dove è andato in scena l'omaggio a Lucio Battisti, nel ventennale della sua morte, con un ospite unico, Mogol, affiancato dalla band triestina Canto Libero di Fabio-Red Rosso, voce. Emozioni che arriveranno in Africa.

 

La serata, infatti, è stata organizzata dall'associazione veronese Voci e volti onlus, presieduta da Marcello Bragantini, e nata 18 anni fa da Bruna Danese, Vittorio Piubello, Silvano Muraro e Anna Brentegani, sostenuti da don Gianfranco Salamandra, tutti presenti ieri sera al concerto (1.800 persone nel pubblico). L'iniziativa aveva lo scopo di raccogliere fondi per il progetto «Napenda Kukua-Vorrei studiare»: la costruzione di una scuola a Usa River, nel Nord della Tanzania, dove la onlus ha già dato vita al villaggio «Sole di speranza» con un ostello per il turismo responsabile, una casa famiglia e una per educatrici e l'orto didattico. La scuola farà studiare oltre 500 bambini. Il progetto prevede anche la formazione dei docenti e l'alfabetizzazione delle mamme. Voci e volti tiene ogni anno un concerto in questo periodo a sostegno dei suoi progetti. Quest'anno ha richiamato Canto libero, che si era esibito per la onlus nel 2017 al Ristori.

 

Ma per l'edizione 2018 è arrivato anche Mogol che ha lanciato una proposta per il prossimo anno: «Troviamoci tutti in Arena!». Voci e volti nel 2000 ha iniziato costruendo un centro medico a Msange, nella valle dello Yovi. Poi ha costruito il polo scolastico Mtoto Mzuri a Mgolole, dove in 18 anni, oltre duemila bambini hanno imparato a leggere e a scrivere, frequentando la scuola materna e la media o la casa per i ragazzi grandi.

 

A Mamba, nella regione di Arusha ai piedi del Kilimangiaro, ha rifatto due edifici scolastici, costruito un acquedotto, due palazzine di servizi igienici e un polo polifunzionale. A Mikumi, nella regione di Morogoro, ha costruito un ostello per 48 studentesse. Con «Terra viva» a Melela Bustani sta costruendo una fattoria che si possa autosostenere, e, in Guinea Bissau conduce un'iniziativa per bambini cardiopatici. I progetti di Voci e volti si possono sostenere anche tramite il sito www.vocievolti.it

M.V.A.
Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1