Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
18 luglio 2018

Spettacoli

Chiudi

01.07.2018

Lungo «Le vie dell’amicizia» Muti a Kiev dirige Verdi e Copland

Il maestro Riccardo Muti
Il maestro Riccardo Muti

RAVENNA Tra i coraggiosi sogni del Festival, il ponte di fratellanza «Le vie dell’amicizia» raggiunge Kiev per il XXII appuntamento del progetto che dal ’97 visita luoghi simbolo. Guidata da Riccardo Muti, l’Orchestra Giovanile Luigi Cherubini incontrerà Orchestra e Coro dell’Opera Nazionale d’Ucraina e anche giovani musicisti della lontana Mariupol, teatro di incomprensioni e conflitti, per il doppio concerto che legherà Ravenna a una delle più antiche città dell’Est. Oggi nella piazza Sofiyska, dominata dalla Cattedrale di Santa Sofia, e il 3 luglio a Palazzo Mauro De Andrè artisti italiani e ucraini saranno uniti sul palco da Giuseppe Verdi - dallo Stabat Mater fino al Nabucco - e per il Lincoln Portrait di Aaron Copland, impreziosito dalla voce narrante dell’attore John Malkovich. «L’idea è nata oltre 20 anni fa a Sarajevo», ricorda Muti. «Eravamo commossi dalla tragedia che vi si stava svolgendo. Volevamo portare un segno di fratellanza da Ravenna: la musica rappresentava il modo migliore per farlo. Assieme a oltre 100 musicisti abbiamo sorvolato l’Adriatico a bordo di aerei militari, per esibirci in una città ancora vittima dei bombardamenti. È stato l’inizio di un viaggio che, negli anni seguenti, ci ha portati in luoghi straordinari e ci ha dato l’opportunità di esibirci con artisti di culture e religioni differenti. È un pellegrinaggio annuale che ci ricorda l’universalità del linguaggio musicale». Le parole di Muti trovano perfetta eco nel titolo della XXIX edizione del Festival, quel We Have a Dream che nel ricordo di Martin Luther King celebra il grande sogno della musica e delle arti. Il 3 luglio lo stesso concerto sarà proposto a Ravenna e saranno questa volta gli artisti ucraini a seguire i colleghi italiani, per farsi stringere nell’abbraccio delle sempre gremite tribune del Pala. Arriva invece dagli Stati Uniti John Malkovich: il pluripremiato attore sarà il narratore del Lincoln Portrait. Questa composizione per orchestra, scritta da Copland nel ’42, accompagna alla musica estratti di documenti relativi al leggendario presidente americano Abraham Lincoln. •

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1