Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
12 dicembre 2018

Spettacoli

Chiudi

10.01.2018

L’orchestra ucraina esalta la Spagna

Volodymyr Sheiko e la Ukrainian Radio Symphony Orchestra
Volodymyr Sheiko e la Ukrainian Radio Symphony Orchestra

“Viva Espana!” è il titolo del secondo appuntamento della rassegna di musica sinfonica del Teatro Salieri di Legnago, che andrà in scena stasera alle 20.45. Lo sosterrà l’Ukrainian Radio Symphony Orchestra, diretta da Volodymyr Sheiko con la partecipazione straordinaria del violinista serbo Stefan Milenkovich, impegnati in una dedica al folklore iberico. Saranno chiamati in causa alcuni dei suoi più celebri eroi nazionali, come Granados e De Sarasate, con le Tre danze spagnole del primo e La celebre Zingaresca op. 20 con la Carmen Fantasy op. 25 del secondo. L’esotismo spagnolo sarà quindi racchiuso tra una iniziale brillante tavolozza orchestrale russa delineata dal Capriccio Spagnolo op. 34 di Rimski Korsakov e dalla Notte d’estate a Madrid e il Capriccio brillante sulla Jota aragonese di Glinka. Stefan Milenkovich ritorna a Legnago per ribadire le sue eccezionali doti tecniche e interpretative con le due pagine altamente virtuosistiche di De Sarasate. Come ogni violinista dell’Ottocento che si rispetti, anche Pablo de Sarasate scrisse numerosi brani dedicati al proprio strumento. Il suo catalogo comprende una cinquantina di titoli e molti altri senza numerazione, consistenti per lo più in libere fantasie su motivi popolari spagnoli o in celebri temi operistici che si ascrivono al filone virtuosistico-salottiero tipico della seconda metà del XIX secolo. Stefan Milenkovich è nato a Belgrado e inizia lo studio del violino a 3 anni, dimostrando subito un raro talento che lo porta ad esibirsi con orchestra a sei anni, quando inizia ufficialmente la carriera. A 10 anni è invitato a suonare per il presidente Ronald Reagan in un concerto natalizio a Washington, per il presidente Gorbaciov a 11 e per Papa Giovanni Paolo II a 14 anni. Ha festeggiato il suo millesimo concerto a 16 anni a Monterrey in Messico. Il maestro Volodymyr Sheiko, già conosciuto in ambito scaligero, è stato nominato nel 2005 direttore principale e artistico dell’orchestra ucraina, con cui ha compiuto numerosi tour all’estero. È stato insignito più volte dallo Stato Ucraino per l’intensa opera a favore della diffusione musicale e due anni fa anche del titolo di Artista del Popolo. Il concerto sarà preceduto alle 20, nel Ridotto del teatro, da una conversazione del musicologo Mauro Masiero. • g.v.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1