24 marzo 2019

Spettacoli

Chiudi

13.01.2019

Isola Rock, un weekend bollente con Skanners e Vision Divine

La copertina di un disco degli Skanners
La copertina di un disco degli Skanners

Skanners, Temperance e Vision Divine sono i nomi di grido della quattordicesima edizione dell'Isola Rock, che si terrà sabato 11 e domenica 12 maggio nel Palariso dell'area fieristica di Isola della Scala. La manifestazione musicale, organizzata dall’associazione “I Butei”, sarà caratterizzata da due giorni tra rock e metal underground, entrambi ad ingresso gratuito e a scopo benefico. Il Palariso, un luogo coperto di oltre 4800 metri quadri dotato di parcheggio, sarà aperto al pubblico dalle 10 del mattino con conferenze, clinic e dimostrazioni. I momenti clou saranno rappresentati dai concerti, che si terranno su un palco di ottimo livello. Sabato 11 maggio romperanno il ghiaccio, attorno alle 17, i Motel Transylvania, gruppo di Savona che unisce horror rock e rockabilly. Seguiranno i Chronosfear, progetto power metal condotto dalla voce sicura del veronese Filippo Tezza. Recenti autori del disco d'esordio, stanno calcando i palchi di mezza Italia, tra Milano, Roma e Brescia. I due gruppi che anticiperanno i piatti forti della serata non sono da sottovalutare. Si tratta dei Fist of Rage, hard rock band da Monfalcone, e dei veronesi Methodica. Questi ultimi hanno, nel corso degli anni, aperto concerti per Skunk Anansie e Uriah Heep, e partecipato a tour con Queensryche e Fates Warning. Poi saliranno sul palco i Temperance, vecchia conoscenza de “I Butei”. “Of Jupiter and Moons” è l'ultimo disco pubblicato, con la nuova cantante Alessia. La bravura del gruppo nell'affrontare il filone melodic metal è innegabile. Così come è innegabile la professionalità degli Skanners, bolzanini che dal 1982 suonano heavy metal. Sei gli album in studio pubblicati tra il 1986 e il 2011, cui vanno aggiunti due demo e due live album. Domenica 12 maggio il palco principale sarà animato, in primis, dai veronesi Desounder, gruppo che ha recentemente pubblicato l'esordio discografico. I LionSoul dal 2012 invece portano in giro un heavy metal che spesso strizza l'occhio al power. Più scafati gli Hangarvain, che nel 2018 hanno anche tenuto un tour tra Ucraina e Lettonia. Come scritto dal critico Gianni Della Cioppa, “immaginatevi i Creed e i Puddle Of Mud che uniscono le forze”. Ma l'attesa è tutta per i Vision Divine. Fondati nel 1998, attualmente annoverano alla batteria Mike Terrana. La creatura di Olaf Thorsen ha avuto per anni dietro il microfono Fabio Lione, acclamato cantante dei Rhapsody. Sette album all'attivo per loro, ed una carriera invidiabile. Sullo stage B ci saranno altri ospiti musicali che intratteranno tra un live e l'altro: Cello VS Guitar, Drumfactor, Rock’n’Duo e la clinic di Enio Nicolini. Sarà inoltre attiva durante tutti e due i giorni la “Mostra del Disco vinile e da collezione”, con una decina di banchi. Non mancheranno proposte di liuteria, abbigliamento rock e accessori a tema, artigianato, un'area bimbi attrezzata, cucina e bar. Tutte le aree della manifestazione sono accessibili a persone con disabilità. Tutto il ricavato sarà devoluto in beneficenza. Per qualsiasi informazione: info@isolarock.it. Molti i partners, tra i quali Zu Service, siti specializzati (Hardsounds, Spaziorock , Metallus, Metal Hammer, Metal.it), l'etichetta veronese Andromeda Relix, quella lombarda Punishment18 Records. •

Francesco Bommartini
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1