Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
23 agosto 2017

Spettacoli

Chiudi

15.03.2017

Imagine Dragons
«La fede, i pugni
la musica a colori»

Gli Imagine Dragons hanno pubblicato tre album: «Night Visions» (’12)«Night Visions Live» (’14) e «Smoke + Mirrors» (’15) FOTO ELIOT LEE HAZEL
Gli Imagine Dragons hanno pubblicato tre album: «Night Visions» (’12)«Night Visions Live» (’14) e «Smoke + Mirrors» (’15) FOTO ELIOT LEE HAZEL

Giulio Brusati

MILANO

«Dicono che siamo una rock band ma cos’è oggi una rock band? I generi non esistono più: rock, pop, urban... Vogliamo solo creare la musica che ci piace». Gli Imagine Dragons sono nell’invidiabile posizione di poter diventare ciò che vogliono: i prossimi Coldplay o Mumford & Sons, i «figli» degli U2, le rockstar del futuro. Fremono per l’uscita del prossimo album, anticipato dal singolo «Believer», e per i concerti in Italia: il 3 luglio all’Arena di Verona (biglietti in esaurimento) e il 4 luglio a Lucca. Comprensibile la corsa al botteghino: questo quartetto di Las Vegas ha sempre stupito gli spettatori.

Come saranno i vostri prossimi show italiani, per esempio quello in Arena?

Per la prima volta introduciamo i colori nelle nostre canzoni dopo due album, «Night Visions» (con il singolo spacca-classifiche «Radioactive») e «Smoke + Mirrors», scuri, cupi, dark, che riflettevano il periodo negativo del nostro cantante e leader Dan Reynolds. La transizione dal disco precedente al nuovo è piena di colori. Così è la nostra estetica: dalla copertina del disco al palco.

L'idea della scenografia?

Un uomo che esce dall’oscurità e finisce in un universo di luci e colori sgargianti. Il palco sarà enorme. Speriamo che tutto il pubblico, entrando all'Arena, venga trasportato nel nostro nuovo mondo, tra luci e colori. Che stavolta sarà pieno di positività.

Il primo singolo colorato è «Believer». Ma chi è il «believer» del 2017 che crede nell'umanità?

Di sicuro non è Donald Trump. Potrebbe essere Aja Wolkman, leader della banda Nico Vega e moglie di Reynolds. A breve partorirà due gemelline ed è una guerriera. Gli ha detto: «Dan, tranquillo; vai in Europa con gli Imagine Dragons e fai quel che devi fare». Lei ha fede, è una credente. In realtà siamo tutti noi della band dei veri credenti (al di là della religione che seguono, compreso quella mormone, ndr) perché abbiamo fede nella nostra musica. Arrivati a questo punto della carriera, non abbiamo paura di dire che questa è la nostra musica migliore. E non vediamo l'ora di suonarla dal vivo.

I brani sembrano prodotti e arrangiati con i concerti in mente: cori da cantare insieme, un ritmo martellante... giusto?

Sì, è il bello di realizzare dischi con produttori come Alex Da Kid (già nei predecenti dischi), Mattman & Robin, John Hill (MIA e Shakira)e Joel Little (Lorde, Sam Smith). Volevamo un suono enorme e pensavamo di raggiungerlo aggiungendo strumenti, strato su strato. Poi i produttori hanno messo mano alla musica e hanno cominciato a togliere, togliere, togliere...

Perché avete scelto l’attore Dolph Lundgren, l’Ivan Drago di «Rocky IV», per il video di «Believer»?

Siamo nati negli anni ’80 e cresciuti negli anni '90. Abbiamo nostalgia dei film di Rocky e fino dal singolo «Radioactive» si capisce il nostro amore per gli anni '80, il rock e il cinema fantastico di quegli anni. Volevamo Lundgren ma non sapevamo cosa ci avrebbe risposto. Ma abbiamo scoperto che era un fan della nostra band, così ha accettato subito. Per realizzare il clip, Reynolds ha preso lezioni di boxe per due mesi. Poi si è preso una ventina di cazzotti da Ivan Drago, prima di finire la scena. Hey, ma chi non vorrebbe essere preso a pugni da Dolph Lundgren?

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1