Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
21 luglio 2018

Spettacoli

Chiudi

08.01.2018

Il pianista Pozza con Jesse Davis, il mito Usa del sax

Jesse Davis
Jesse Davis

Torna il pianista genovese Andrea Pozza alle Cantine de l’Arena e nel suo quartetto domani martedì 9 alle 22 c’è un ospite davvero speciale, l’altosassofonista Jesse Davis, interprete di primissimo piano del jazz americano. Nato a New Orleans nel 1965, Davis ha studiato con maestri di prestigio come Ellis Marsalis, di cui ha seguito le lezioni al New Orleans Center for Creative Arts. Ha registrato e suonato dal vivo assieme a Wynton Marsalis, Jack McDuff, Hank Jones, Chico Hamilton, Joey De Francesco, Wallace Roney, Jeremy Pelt e altri grandi. Con il suo stile assolutamente “parkeriano” (e molto vicino anche a Cannonball Adderley) compare nel film di Robert Altman “Kansas City”. All’inizio degli anni Novanta ha firmato un contratto con la Concord realizzando una serie di dischi a proprio nome che hanno ottenuto un notevole successo di critica. Nel Veronese ha già suonato in due precedenti occasioni, tra cui a Verona Jazz nel 2004, alla guida di un proprio quartetto con il batterista Bobby Durham. Andrea Pozza è un pianista mainstream, con un gusto melodico molto spiccato. Nello scorso decennio è diventato partner nel quartetto di Enrico Rava, con cui ha inciso The Words And he Days per l’ECM. Negli ultimi venti anni ha collaborato occasionalmente con George Coleman, Chet Baker, Al Grey e ha registrato con innumerevoli leader americani come Sal Nistico, Jimmy Knepper, James Moody e Harry Edison. In Italia ha lavorato a lungo nel quartetto di Tullio De Piscopo e con Gianni Basso. Più recentemente lo si è ascoltato alla guida di suoi progetti e come pianista di fiducia del contrabbassista Rosario Bonaccorso. A completare la formazione il contrabbassista Aldo Zunino e Matteo Rebulla alla batteria. Nel corso della serata si ascolteranno classici e standard del jazz. • L.S.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1