Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
17 dicembre 2018

Spettacoli

Chiudi

24.09.2018

Guai tecnici e tante parole Venditti, una festa a metà

Problemi tecnici in apertura dello show ieri sera in Arena per Antonello VendittiAntonello Venditti ha riempito l’Arena per i 40 anni di «Nato sotto il segno dei pesci» FOTO BRENZONIAntonello Venditti ha cantato molti vecchi successi
Problemi tecnici in apertura dello show ieri sera in Arena per Antonello VendittiAntonello Venditti ha riempito l’Arena per i 40 anni di «Nato sotto il segno dei pesci» FOTO BRENZONIAntonello Venditti ha cantato molti vecchi successi

Un calcio che manda in frantumi il gobbo elettronico, il microfono che fa le bizze, difficoltà a ricordare il testo di una canzone, qualche parola e parolaccia di troppo:la voglia di celebrare il passato ha giocato un brutto scherzo ad Antonello Venditti, che solo dopo un’ora è riuscito a mettere in carreggiata la macchina dello spettacolo voluto per festeggiare i 40 anni di “Nato sotto il segno dei pesci“. Una falsa partenza superata grazie alla generosità del pubblico, anche se non sono mancate grida di disappunto dalle gradinate e uscite dall’Arena anzitempo. Intramontabile Antonello. Come i suoi occhiali Ray Ban, quelli con il cerchietto porta sigaretta, che indossa ininterrottamente dal 1974. Di giorno e di notte. A dare il benvenuto ai 12mila spettatori è mister Fantastic, Paolo Massarini, il quale preannuncia che il concerto durerà almeno tre ore. Profezia errata: i problemi tecnici e la loquacità di Venditti (che probabilmente parla tanto per mascherare il nervosismo) hanno notevolmente dilatato la durata dello spettacolo, che possiamo raccontarvi solo in parte. Attorno al bancone della regia ci sono due telecamere; un’altra è piazzata anche sul palchetto d’onore: ne sortirà un Dvd? Il pubblico è lo specchio della carriera del cantante: i suoi coetanei si sono sistemati comodamente in platea; sui gradoni 30-40enni e qualche ventenne, pochi i teenagers. Laser bianchi che fendono la notte e s’incrociano in cielo, note cupe. Venditti si presenta sul palco (in parte ereditato da Laura Pausini, grazie al comune producer Fepgroup) indossando gli immancabili jeans e una camicia nera. L’apertura è affidata a “Raggio di luna“. Saluta il pubblico e confessa che l’Arena piena è meglio di quanto avesse sognato preparando il concerto. Il “Compleanno di Cristina“ porta guai: Venditti sdrammatizza tirando in ballo il nuovo brano, “Sfiga“. «Qualche testo me lo ricorderò… sono rincojonito ma….proviamo», rassicura mentre i tecnici tentano di cambiare il monitor del gobbo. I musicisti attaccano la canzone sbagliata. In scena entra il leggio «Torniamo proprio nel 78“, sorride. Foglio in mano e si riparte. Completamente fuori tempo, con il pubblico che canta per lui. Torna il gobbo, per fortuna. La canzone “Giulio Cesare“ fila via liscia. Poi il colpo a sorpresa, il collegamento con Fabio Fazio e il suo Che tempo che fa. Sui mega schermi appare il faccione di Francesco Totti, che ascolta rapito Venditti che canta. Saluti e baci, ma il collegamento non si interrompe. «Ma che succede?», chiede Venditti, «sfido la sfiga e canto Piero e Cinzia». Sei canzoni in 45 minuti, un ritmo da maratona. Presenta i brani in cinque minuti, qualcuno in gradinata si spazientisci e gli urla “Canta!“. Alle 23 comincia la parte inedita, l’esecuzione dell’intero album protagonita della serata. Con due ospiti: Ermal Meta e Francesco De Gregori. Con quest’ultimo interpreta “Bomba o non bomba“. Il pubblico si scalda con l’immortale “Sara“, “Giulia“ e “Il telegiornale“ suonate con energia dalla storica band Stradaperta, che incrociò Venditti nel 1974. Peccato per le tante parole e gli inghippi. Una festa a metà. •

Paola Colaprisco
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1