Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
25 maggio 2018

Spettacoli

Chiudi

11.05.2018

Ghali: «Cantare nelle arene per raccontare la mia storia»

Il rapper Ghali
Il rapper Ghali

MILANO «Quello che vorrei fare è il salto dello spettacolo, regalare un’esperienza». Questa è la promessa di Ghali, che ha presentato la sua prossima impresa, un tour autunnale in undici arene al coperto, a partire dal Pala Alpitour di Torino, il 20 ottobre. «Finora abbiamo suonato in tutta Italia, anche 90-100 date all’anno, ma in spazi piccoli e con un pubblico sempre più numeroso, tanto che rimaneva gente fuori in fila. Non erano spazi adatti per uno show come ce l’avevo in testa: finalmente è arrivato il momento - prosegue l’artista milanese - All’inizio mi è sembrato un salto esagerato, ma dopo aver visto le prime prevendite di oggi, sono tranquillo». L’obiettivo è ambizioso ma semplice: «Mantenere il livello: avere uno show alla pari dell’esposizione e dei numeri che abbiamo». Per questo Ghali parla di «un lato visivo molto forte e musicisti sul palco». Ma non solo: «Dentro al live ci sarà tutto il mondo di Ghali». Questo significa anche presenze speciali: «Sicuramente chiamerò amici e colleghi, ma non solo: vorrei invitare anche ospiti extramusicali, personaggi che mi hanno ispirato nell’infanzia e altri che fanno parte della mia storia». Ugualmente, la scaletta partirà dalle origini, dal mixtape alle hit di «Album», le più recenti «Cara Italia» e «Peace & Love» realizzata con Sfera Ebbasta, ma anche materiale nuovo: «Continuo sempre a scrivere e incidere, anche ieri sono stato in studio fino alle 4 di notte», confessa. A proposito del duetto con Sfera su beat del comune producer Charlie Charles, aggiunge: «I fan aspettavano da anni una collaborazione, ma si chiedevano anche come avrebbe fatto Charlie per abbinare i nostri due stili: ne è venuto fuori un beat coi colori arcobaleno». Sul futuro non si sbottona: «Il nuovo album non sarà sicuramente sulla falsariga del precedente: mi piace sempre sorprendere. Nei nuovi testi c’è tanto di quello che sto vivendo ora, come sono cambiate le cose, non mancheranno mai le mie canzoni un po’ malinconiche sul passato ma anche tanta musica divertente e spensierata». Qualcosa di inedito potrebbe aggiungersi: «Mi piacerebbe un featuring internazionale». •

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1