Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
11 dicembre 2018

Spettacoli

Chiudi

17.11.2016

Fiati e percussioni
i RADAR tornano
a ritmo di «re-pop»

I Radar, gruppo scaligero
I Radar, gruppo scaligero

Lo storico gruppo veronese RADAR è tornato con un album di inediti, «re-pop». Il gruppo debuttò nel 1982 con un album omonimo per la multinazionale Wea italiana, tuttora ricercato dai collezionisti e diventato un lp di culto e un manifesto dell'electro-pop. I RADAR crearono un inedito synth-pop e scelsero un linguaggio surreale, grottesco e lunatico, ancor prima che si parlasse di rock demenziale. Dopo un lunghissimo silenzio tornano con Nicola Salerno (fratello di Nini dei Gatti di Vicolo Miracoli), Gaetano Lonardi e Joyello Triolo, musicista attivo con Peluqueria Hernandez, instancabile sperimentatore elettronico, dJ e critico musicale. «È un caso divertente che il nostro ritorno coincida con un gruppo di tutt'altro genere, ma in qualche modo paragonabile a noi: Il Volo», spiegano, «il confronto è buffissimo: loro sono giovani e noi siamo vecchi, ma paradossalmente loro cantano canzoni antiche e sembrano cantanti cinquantenni, noi invece cerchiamo un linguaggio originale e più in sintonia con i tempi all'interno della musica elettronica commerciale».

Le dieci canzoni di «re-pop» (pubblicato da Kutmusic) recuperano il gusto del debutto, scoprono nuove soluzioni, utilizzano il contenitore electro-pop per valorizzare svariate influenze. Secondo Salerno, «ha la medesima combinazione timbrica e caratteristica del primo Lp: voci multiple, ritmiche miste drum machine, batteria acustica, percussioni, ampio uso di sax e fiati. La scrittura invece è più complessa e matura, gli arrangiamenti sono più elaborati e frutto di 30 anni di evoluzione e composizione più orientata al jazz e all'improvvisazione».

Rifiutano ancora l'etichetta "demenziale": «Usiamo rarissimamente parolacce, siamo surreali, ironici e umoristici; non facciamo cabaret, le nostre facce e le nostre persone non sono assolutamente importanti, se non in fotomontaggi o video buffi».F.BOMM.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1