Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
18 febbraio 2018

Spettacoli

Chiudi

05.02.2018

Emma, l’assalto dei fan per il suo «Essere qui»

Emma firma il nuovo album e riceve i regali dei fan alla Feltrinelli Express FOTO BRENZONI
Emma firma il nuovo album e riceve i regali dei fan alla Feltrinelli Express FOTO BRENZONI

Ha definito il suo nuovo album «piccolo pezzo di vita» e sta girando l’Italia per incontrare tutti i fan che l’hanno acquistato. Emma prosegue il suo in store tour e il copione si ripete uguale e diverso in ogni città: baci, abbracci, foto, saluti e… regali. La cantante di Essere qui – il titolo del disco recente – è la più “regalata” tra le popstar passate alla Feltrinelli. Alla libreria al primo binario della stazione di Porta Nuova ieri erano in quattrocento ad aspettarla, per la maggior parte ragazze, e molte di loro avevano in mano qualcosa per lei: un fiore, un quadretto, una bottiglia di vino (sì, Emma sa godere delle cose belle della vita, vino compreso), un palloncino, un libro, un poster, un disegno, una lettera… Alla fine, a lato del banchetto dove la bionda col baschetto rosso ha firmato autografi per un paio d’ore, si è formata una fila di pacchi e pacchetti. A cui lei aggiunge un paio di libri della Feltrinelli, i nuovi romanzi di Marco Presta e Alessia Gazzola. Il rapporto che Emma ha con i suoi sostenitori è da sempre particolare. Ed è per questo che usa spesso il noi, includendo chi la ascolta in un gruppo speciale. Come quando il servizio di streaming Spotify le ha dedicato una compilation pensata con il suo meglio: «Dentro c’è tutta la nostra storia», ha commentato, «le canzoni che cantiamo insieme da sempre, le nostre emozioni, le nostre attese, i baci, gli abbracci, le file fuori dai palazzetti, la voglia di incontrarci e di sorridere, ci siamo noi, i nostri occhi e le nostre mani che si sfiorano… Il nostro cuore che batte sempre a ritmo della musica». Anche per questo dedica tempo a chi viene a incontrarla: una battuta, un sorriso, una domanda e la ragazza che ha vinto il Festival di Sanremo nel 2012 (con Non è l’inferno) arriva perfino a commuoversi. Non suonano falsi i suoi continui ringraziamenti e non è di plastica il sorriso con cui accoglie ogni regalo e ogni parola di commento al suo nuovo lavoro: «Grazie davvero di cuore per la gioia e i complimenti che ricevo ogni giorno per Essere qui». Verso la fine, mentre i fan si diradano e un gruppo più agguerrito si piazza davanti all’uscita della libreria, trova il tempo per uno scambio di battute. Dopo i saluti al nostro sito, LArena.it, impossibile non dirle: «Grazie, Emma, ma i fan ti aspettano a quell’altra Arena, cioè all’anfiteatro. Ci sono tante date libere a maggio; si può fare». E lei: «Eh, io inizio il tour proprio in quel mese lì...». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Giulio Brusati
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1