23 febbraio 2019

Spettacoli

Chiudi

14.06.2016

Dear Jack mattatori
alla parata di popstar

Timothy Cavicchini sul palco del Filarmonico per il Premio Beatrice FOTO BRENZONI
Timothy Cavicchini sul palco del Filarmonico per il Premio Beatrice FOTO BRENZONI

Grande serata di musica e solidarietà, domenica sera, al teatro Filarmonico, per la quinta edizione del Premio Beatrice organizzato dalla Onlus Il Sorriso di Beatrice per sensibilizzare e raccogliere fondi per la ricerca contro le malattie oncologiche.

Con l'evocativa Il sogno siamo noi dei giovani della Vocal Street Academy seguita dall'esibizione canto e ballo degli Spring Awakening si è aperta la serata condotta dalla frizzante coppia di speaker radiofonici di Rtl 102.5 Charlie Gnocchi e Francesca Cheyenne. Doveroso il saluto ai presenti di Rino Davoli, fondatore dell'associazione e organizzatore dell'evento; assieme ai figli Tommaso e Ilaria, ha ricordato la moglie Beatrice con un messaggio di speranza: «Che un giorno questa parola, sia solo un segno zodiacale e non più una malattia”. Sentiti applausi da una platea gremita che ha accolto con lo stesso calore tutti gli ospiti musicali.

Con eleganza e convinzione, la cantautrice Amara si è esibita per prima con i brani Credo e Giorni, seguita da Chiara dello Iacovo, che al piano ha eseguito Genova (Le persiane sono verdi) e Donna, preferita alla più famosa Introverso, perché più adatta alla serata. Segno di una sensibilità artistica non banale.

Alle note lievi di Amara e Chiara si sono poi contrapposte quelle decisamente più rock del veronese Timothy Cavicchini e l'ostetrika Gamberini (con i brani A fuoco, Ti rubo gli occhi e Fidati di me) e le rime taglienti del rapper Kaligola con Siamo la banda e Quanto Vale, che affronta lo spinoso tema del bullismo, colonna sonora del film Infernet, girato a Verona.

Momento molto sentito quello con Piero Cassano dei Matia Bazar, che al pianoforte ha coinvolto tutta la platea eseguendo tre suoi grandi successi, scritti per Eros Ramazzotti e Anna Oxa: Sono cose della vita, Adesso tu e Quando nasce un amore.

Durante la serata spazio anche per altre associazioni benefiche: Francesco Toldo e Silvio Guareschi hanno rappresentato il progetto Inter Campus, Paolo Brosio è intervenuto per sostenere Le Olimpiadi del Cuore e l'associazione Medici Vicentini nel mondo ha illustrato il suo programma di aiuti umanitari. L'ultima parte dell'evento ha visto sul palco tutti cantanti usciti dal talent Amici di Maria De Filippi. Simonetta Spiri, Greta Manuzzi e Roberta Pompa (mancava Verdiana Zangaro a causa di un piccolo incidente) si sono scatenate con L'Amore Merita, canzone molto ritmata dal tema attualissimo, quello contro l'omofobia. La veronese Chiara Grispo ha eseguito al piano la delicata Blind per poi esplodere di energia con Come On, nuovo gettonatissimo singolo.

Loredana Errore ha cantato con grinta Ragazza occhi Cielo e Cattiva, scritta da Biagio Antonacci, ottenendo molto riscontro dal pubblico che ha accolto con grande ovazione, soprattutto le ragazze presenti, l'arrivo degli ospiti finali: i Dear Jack. Con le note di Mezzo Respiro, Un bacio a mezzanotte e il nuovo singolo La storia infinita, si è conclusa una straordinaria serata musicale e di solidarietà.

Matteo Parma
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1