Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
16 novembre 2018

Spettacoli

Chiudi

03.09.2018

Così ho reso moderno e attuale il grande Concerto per Patty

Mauro Ottolini, musicista, arrangiatore e direttore d’orchestra, originario di Bussolengo
Mauro Ottolini, musicista, arrangiatore e direttore d’orchestra, originario di Bussolengo

Poco più di venti giorni per recuperare spartiti e nastri, riscrivere gli arrangiamenti, provare e andare sul palco, domani al Teatro Romano. Una sfida contro il tempo per il veronese Mauro Ottolini, trombonista jazz di fama mondiale e presente nelle registrazioni di grandi cantanti come Marco Masini, Mario Biondi e Gino Paoli, che domani alle 21 dirigerà l’Orchestra dei Colli Morenici, che accompagna Patty Pravo nella prima parte del suo show. Una bella fatica... Se non dimagrisco questa volta non dimagrirò mai. Sì, una bella fatica. Venti giorni e altrettante notti di ricerca e studio di materiale in gran parte andato perso. Ma grazie all’aiuto e alla collaborazione di due grandi musicisti come Marcello Faneschi (storico arrangatore della RCA, la casa discografica di Patty) e Marco Bianchi, straordinario arrangiatore friulano, sono riuscito a dare nuova vita a capolavori degli anni '70 come Concerto per Patty, Canzone dei vecchi amanti, Non andare via. A Nicoletta sono piaciuti. Mi auguro che anche il pubblico, domani sera, apprezzi lo sforzo compiuto. Patty Pravo è notoriamente esigente: le aveva imposto precisi confini musicali? Dopo il concerto alla Fenice di Venezia, lo scorso febbraio, aveva esigenza di cambiare orchestra in vista dell’esibizione di Verona, che verrà registrata per ricavarne un Cd e un Dvd. Aveva sentito il mio lavoro su Tenco e ha voluto incontrarmi. Mi ha chiesto solo di rispettare le strutture e di non allungare i brani, perché la prima parte del concerto, quella in cui eseguirà brani del repertorio francese accompagnata dalla mia Orchestra dei Colli Morenici, non deve durare più di un’ora. Ho inserito nelle canzoni qualcosa di moderno e recuperato parti perse che sono dei capolavori, riassemblandoli in base alle attuali esigenze di Patty: rispetto ad allora la voce è cambiata, ma la sua interpretazione ha un grande fascino emotivo, aggredisce i pezzi. Ha riarrangiato anche un esperimento musicale passato alla storia, un brano di 12 minuti, Concerto per Patty, che non voleva eseguire perché troppo triste. In alcune versioni durava addirittura trenta minuti. Un brano di musica prog ancor oggi attuale. L’ho concentrata in 15 minuti, carichi di emozioni. Chi sono i musicisti dell’Orchestra dei Colli Morenici? Giovani talentuosi di Verona, Milano, Padova. Si lavora in libertà e con estrema fantasia, senza rispettare orari e pause. Siamo un’orchestra speciale, se vogliamo un po’ anarchica. Le troppe regole hanno rovinato le orchestre. Lo dico dopo aver suonato per 12 anni in quella dell’Arena. Me ne sono andato per cercare la mia strada. Come giudica la musica di oggi, il successo milionario di rapper e trapper? Decadente. L’arte, e con essa la musica, rispecchia la società attuale. Il declino è generale e il problema è che la politica asseconda questa situazione. Non c’è più rispetto per la musica e per gli artisti. I talent show sono palestre di illusione. Bisognerebbe avere il coraggio di dire ai numerosi aspiranti cantanti che si può improvvisare sul palco, non nella vita... Esatto. Se oggi sono conosciuto e ricercato da colleghi famosi è grazie alla mia storia, non alle partecipazioni ai talent. Sono diplomato al Conservatorio di Verona, mi sono specializzato in jazz a Trento e negli Usa, per dire. Eppure la musica che oggi va per la maggiore è elementare, quasi banale. Quanta gente improvvisata mi ha contattato, è un disastro. Ben vengano i settantenni come Patty Pravo che hanno il coraggio di mettersi in gioco.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1