Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
23 ottobre 2018

Spettacoli

Chiudi

07.01.2018

«Brown Style», soul-project di Bonivento

«Brown Style» alle Cantine de L’Arena
«Brown Style» alle Cantine de L’Arena

Oggi alle 19 alle Cantine de l’Arena, in piazzetta Scalette Rubiani, per il consueto aperitivo della domenica, tocca a «Brown Style», il nuovo soul-project ideato dal produttore e tastierista Michele Bonivento. La classe degli intramontabili artisti dell’epoca motown e molti altri brani caratterizzati da un intenso “feel“, vengono riproposti con personalità e arrangiamenti attuali. Una particolare performance caratterizzata dalla potente voce di Luca Brighi, dallo stile “groovy” di Bonivento al piano elettrico Wurlitzer, e dalle drum machine e percussioni di Francesco Inverno. Martedì 9 alle 22, sul palco de Le Cantine invece il trio del pianista Andrea Pozza ospita il sassofonista di New Orleans Jesse Davis, una delle stelle più grandi del jazz contemporaneo. I due artisti si conoscono da oltre dieci anni; mossi da reciproca stima, hanno suonato in festival e club, in Italia e all’estero. Si ritrovano in un incontro alla pari, dove protagonista principale sarà la tradizione dello Standard Jazz Americano. Durante la serata non mancheranno brani tratti da repertori di compositori jazz contemporanei di fatto già entrati di diritto nella storia del jazz quali Cedar Walton, Tom Macintosh e Thelonious Monk e brani originali dello stesso Pozza. Il trio si completa con la ritmica formata dalla precisione formale, la grande musicalità e la potenza espressiva di Aldo Zunino, tra i più importanti contrabbassisti del panorama jazzistico nazionale ed internazionale, da sempre distinguibile per il timbro meraviglioso del suo strumento, che ama suonare dovunque senza alcuna amplificazione; e da Matteo Rebulla, uno dei batteristi più in vista della nuova scena jazzistica nazionale. Il pianismo di Andrea Pozza è caratterizzato da uno stile elegante, attento ai colori, e in perfetto equilibrio fra la solidità di un impianto formale di stampo europeo e l’inventiva fresca e ammaliante di un sound oltre oceanico. Pozza ha una solida carriera nazionale ed internazionale che lo ha visto protagonista in Estremo Oriente, in America ed in Europa. Jesse Davis, uno dei più grandi sassofonisti della scena jazz internazionale, è nato nel 1965 a New Orleans e ha iniziato a studiare il sassofono a dieci anni. Dal 1992 Davis ha guidato diverse formazioni e ha suonato in club, festival e sale da concerto in tutto il mondo. • L.S.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1