Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
22 gennaio 2018

Spettacoli

Chiudi

13.12.2017

La famiglia in crisi,
una sinfonia in
cinque movimenti

Silvio Orlando
Silvio Orlando

Le fragilità della famiglia contemporanea riviste da Domenico Starnone. Va in scena stasera alle 20.45, al teatro Salieri di Legnago, come secondo appuntamento della rassegna di Prosa, “Lacci”, pièce tratta dall’omonima opera dello scrittore e sceneggiatore napoletano. La regia è di Armando Pugliese. Protagonisti saranno Silvio Orlando, che torna sulle tavole del palcoscenico salieriano a quasi due anni da “La scuola”, Pier Giorgio Bellocchio, Roberto Nobile (molto conosciuto anche sul piccolo schermo, in particolare nel ruolo del cronista amico del commissario Montalbano), Maria Laura Rondanini, Vanessa Scalera e Matteo Lucchini. Le scene sono di Roberto Crea, mentre le musiche sono curate da Stefano Mainetti. Definita come una “tragicommedia”, l’opera esplora l’universo della famiglia, indagandone le crepe che ogni giorno si annidano al suo interno tra attese, sconfitte, ripensamenti, fughe e ritorni. La pièce parte dalle vicende di una coppia: il marito Aldo, parecchi anni prima, se n’è andato a vivere a Roma, innamorato di una ragazza più giovane, mentre la moglie Vanda è rimasta a Napoli con i figli ancora piccoli. Ma quando quest’ultima, molto tempo dopo, lo richiama al suo originario legame, Aldo, ormai settantaquattrenne, cede al ritorno in famiglia. Ma a quale prezzo? Per meglio rappresentare un’esistenza basata esclusivamente sul sacrificio, il regista Pugliese rivela di aver pensato «all’esecuzione di una sinfonia, che si struttura in cinque movimenti, che a loro volta contengono al loro interno un variabile numero di variazioni». Quella di Pugliese è però una “sinfonia del dolore” perché, come lui stesso ribadisce «questa storia ci parla di un carico di sofferenza che da una generazione si proietta su quella successiva con il suo bagaglio di errori, infingimenti, viltà, abbandoni, dolore appunto». • E.P.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1