Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
16 ottobre 2018

Spettacoli

Chiudi

09.02.2018

Brunello al
Filarmonico. Via alla
stagione sinfonica

Il violoncellista Mario Brunello inaugura la nuova stagione sinfonica
Il violoncellista Mario Brunello inaugura la nuova stagione sinfonica

Questa sera alle 20, con replica domani alle 17, decolla la nuova stagione sinfonica 2018 della Fondazione Arena al Teatro Filarmonico. Il concerto inaugurale vedrà quale protagonista il violoncellista Mario Brunello nel doppio ruolo di direttore e interprete, in un programma eterogeneo, che va da Bach – con la Toccata e Fuga in re minore BWV 565 e il Concerto in re maggiore BWV 1054 che sarà eseguito dal M° Brunello al violoncello piccolo - al particolarissimo e divertente «The Riot of Spring per orchestra e pubblico» del giovane compositore russo Dmitri Kourliandski. Completano il programma due notissime composizioni di Saint-Saëns: «Il carnevale degli animali» e il Concerto per violoncello e orchestra n. 1 in la minore op. 33.

 

IL PERSONAGGIO. Brunello ha dedicato spesso del suo tempo a progetti che coinvolgono diverse forme d'arte (letteratura, filosofia, scienza, teatro). Attraverso nuovi modi di comunicazione, egli cerca di attirare nuovi pubblici, creando spettacoli interattivi di musica, immagini e parole. Un gran numero di queste attività si svolgono in Antiruggine, un laboratorio ristrutturato che è l'ideale per questi esperimenti. Anche nel concerto del Filarmonico spicca per curiosità la sua proposta del brano Riot of Spring per orchestra e pubblico del quarantenne compositore russo moscovita Dmitri Kourliandski, i cui lavori hanno vinto premi in Russia, Francia e Gran Bretagna. La musica di Dmitri Kourliandski viene regolarmente suonata in concerti e festival internazionali (Donaueschingen, MaerzMusik, Biennale di Venezia, Musica Strasbourg) ed è trasmessa in tutto il mondo, inclusi i ritratti radiofonici di France Musique, Deutschland Radio Kultur, RBB, Radionova Norvegia, CKUT Canada. Nel 1986 Mario Brunello fu il primo italiano a vincere il Concorso Tchaikovsky di Mosca, che lo portò ad una straordinaria carriera internazionale. Da allora suonò con alcune delle più prestigiose orchestre: la London e Royal Philharmonic, London Symphony, Munich Philharmonic, Philadelphia Orchestra, Mahler Chamber Orchestra, Filarmonica di Radio-France, della Scala, Accademia di Santa Cecilia, DSO Berlino. Claudio Abbado lo ha tra l’altro più volte invitato a suonare con l’Orchestra del Festival di Lucerna e l’Orchestra di Mozart.

 

REGISTRAZIONI. Brunello ricopre spesso il duplice ruolo di direttore d'orchestra e solista e nel 1994 ha fondato l'Orchestra d'Archi Italiana con la quale compie tour in Italia e all'estero. Le sue registrazioni più recenti includono: il Concerto per violoncello di Dvorak con l'Orchestra dell'Accademia di S. Cecilia e Pappano, il Concerto triplo di Beethoven con l'Orchestra di Mozart e Abbado, un cofanetto con cinque CD intitolato «Brunello Series» contenente fra l’altro «Odusia», dedicato alla cultura mediterranea. «Bach Networks» è il titolo di un nuovo progetto artistico creato insieme a Uri Caine in programma in Italia e in Svizzera. Mario Brunello è residente all’Orchestra della Svizzera Italiana e suona un prezioso violoncello Maggini del 1600. •

Gianni Villani
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1