Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
25 settembre 2018

Lettere

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

08.09.2018

State attenti ai «controllori»

Un tempo le rivoluzioni, sempre cruente, prevedevano il momento del taglio delle teste o delle fucilazioni dei perdenti a cui faceva seguito un periodo di assestamento dei nuovi poteri, ovviamente molto instabile. Il popolo, dopo essersi fatto massacrare fornendo ai rivoluzionari la «carne da cannone», ritornava alla vita quotidiana convinto di essere più libero, certo, ma libero di continuare a patire la fame e a vivere nella miseria. Il suo ruolo finiva lì. Oggi, con il governo del cambiamento stiamo vivendo un momento di rivoluzione non cruenta, ma altrettanto «forte» nei confronti dell’establishment, dei poteri dominanti. Il popolo però, contrariamente ad altri tempi di cui abbiamo detto, ha deciso democraticamente la rivoluzione con il voto e ne segue da vicino l’evoluzione. L’informazione in tempo reale, i «social» e quant’altro di tecnologico, fanno sì che il fisiologico periodo di instabilità sia monitorato minuto per minuto dai cittadini; ecco perché, diversamente da un tempo, chi sta gestendo la «rivoluzione» deve essere molto attento a non commettere troppi errori. Un certo numero di incertezze o manchevolezze è ammesso ed è in «franchigia», anzi, viene considerato maturazione di esperienza e quindi considerato positivamente e per ora è così. Superata però la soglia della «franchigia» il tutto può diventare negativo per il proseguimento del progetto di cambiamento. Ad oggi, monitorando attentamente il lavoro del governo, si ha l’impressione che si stia raggiungendo il limite. Occhio quindi amici gestori del cambiamento, perché i consensi, di questi tempi in cui il popolo è attento a ciò che succede e confronta le promesse fatte in campagna elettorale e il mantenimento delle stesse, possono svanire con la stessa rapidità con cui sono arrivati. Non sprechiamo allora, per superficialità, questa grande opportunità di cambiamento del nostro Paese. Adriano Dal Bosco VERONA

Adriano Dal Bosco
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1