Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
24 febbraio 2018

Provincia

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

04.02.2018

Debutta il Rosatellum Tre opzioni per l’elettore

Il 4 marzo segnerà il debutto del nuovo sistema elettorale, ribattezzato comunemente Rosatellum dal nome dal suo ideatore, il capogruppo del Pd alla Camera Ettore Rosato (il quale peraltro non era firmatario del disegno di legge). LA LEGGE è stata approvata in via definitiva al Senato il 26 ottobre 2017 con il voto favorevole di Pd, Forza Italia, Lega Nord, Alleanza Liberalpopolare-Autonomie, Alternativa Popolare e altre formazioni minori.Le stesse forze parlamentari avevano approvato il provvedimento alla Camera, in prima lettura, il precedente 18 ottobre. LA SCHEDA presenterà riquadri, ciascuno dei quali conterrà il simbolo di un partito o i simboli dei partiti coalizzati; il nome del candidato nel collegio uninominale; brevissime liste di nomi accanto a ogni simbolo (i candidati che concorrono al riparto proporzionale e che saranno eventualmente eletti nell’ordine in cui sono scritti). TRE OPZIONI per l’elettore. La prima: si potrà segnare il candidato uninominale e il simbolo del partito o di uno dei partiti che lo sostengono (sempre all’interno dello stesso riquadro: non è previsto il cosiddetto «voto disgiunto»). La seconda: si potrà segnare soltanto il candidato uninominale e in questo caso il voto varrà anche per il partito singolo o per i partiti coalizzati (in misura proporzionale tra loro in base ai voti ottenuti dagli stessi). La terza opzione prevede che si possa segnare soltanto il partito o uno dei partiti coalizzati e in questo caso il voto varrà anche per il candidato uninominale collegato È UN SISTEMA MISTO in cui la componente proporzionale è largamente prevalente su quella maggioritaria. La legge, infatti, prevede che alla Camera 232 seggi siano assegnati in collegi uninominali maggioritari (chi prende più voti vince il seggio e stop) e 386 con voto di lista e riparto proporzionale. Al Senato i seggi in palio nei collegi uninominali maggioritari sono 116, mentre 193 vengono attribuiti con metodo proporzionale sulla base dei voti di lista. Al computo vanno aggiunti 12 deputati e 6 senatori eletti all’estero.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Su cosa dovrebbe concentrarsi in primis il prossimo Governo?
ok

Sondaggio

La 17° legislatura va in archivio, quale tra i parlamentari veronesi si è più distinto?
ok

Sport

Spettacoli