Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
16 ottobre 2018

Provincia

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

23.12.2017

Altri due stanziamenti a Villafranca e a Rivoli per sistemare gli incroci

L’incrocio tra via Dossi e la Sp24 a Villafranca FOTO PECORA
L’incrocio tra via Dossi e la Sp24 a Villafranca FOTO PECORA

Nel 2017 la Provincia, dopo aver venduto le quote Atv per 21 milioni di euro di entrate, ha sbloccato fondi per finanziare lavori di messa in sicurezza degli incroci pericolosi tra strade comunali e provinciali. Sono state in tutto 28 le domande dei Comuni, 22 delle quali accolte dall’ente scaligero che ha stanziato nel complesso tre milioni di euro in tre tranche. L’ultima è stata annunciata ieri e riguarda due intersezioni, una a Villafranca, che riceverà 224mila euro, e una a Rivoli che ne ottiene 7.853. L’acconto, pari a metà della somma, è già a disposizione: «Le procedure di gara e di predisposizione degli appalti possono partire», spiega il presidente della Provincia Antonio Pastorello. «Questo consentirà di iniziare i lavori a primavera». Gli interventi saranno fatti a Villafranca all’incrocio tra la provinciale 24 per Valeggio e via Dossi, all’altezza del consorzio agrario. L’altro, a Rivoli, è un piccolo ritocco all’incrocio tra una via comunale e una provinciale in località Casetta. «Abbiamo stanziato in tutto 22 contributi sui 28 richiesti», spiega il vicepresidente Pino Caldana, «per un totale di 3.030.000 euro: 1,6 assegnati nella prima fase, 1,1 nella seconda e ora 230mila euro circa». A Villafranca sulla Sp24 sarà costruita una rotatoria. «Interveniamo su un rettilineo pericoloso», aggiunge il sindaco Mario Faccioli, «dove si inserisce il traffico sostenuto proveniente da Rosegaferro e Quaderni. L’incrocio in precedenza è stato illuminato. La rotatoria regolerà il traffico, garantendo maggior sicurezza, e rallenterà la velocità dei mezzi. Sarà anche propedeutica per la futura bretellina di circonvallazione della città». La convenzione che regolerà i rapporti tra Comune e Provincia, per il contributo e la conduzione dei lavori, è stata approvata ieri dalla giunta villafranchese e la cifra, per la quota del Comune, è già stata messa a bilancio. Per il capitolo degli incroci pericolosi, rimane in sospeso lo storico nodo dell’intersezione dei Volpini tra Quaderni di Villafranca e Mozzecane, che coinvolge oltre ai due Comuni veronesi, anche quello mantovano di Roverbella, e quindi chiama in causa molti enti. L’incrocio è luogo sovente di incidenti molto gravi, qualcuno anche mortale. Qualche anno fa le autorità comunali, all’ennesimo scontro, erano uscite in sopralluogo per cercare una soluzione. Ma non è stato presentato alcun progetto in Provincia per questo: «Si poteva finanziare un solo incrocio per Comune. Villafranca aveva già il suo progetto, Mozzecane non ha risorse proprie», spiegano Caldana e Faccioli. «L’opera coinvolge, inoltre, Due Regioni, due province e tre Comuni. Perciò occorrerà sedersi tutti attorno allo stesso tavolo». M.V.A.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Vota il veronese di Settembre 2018
ok

Sport

Spettacoli