venerdì, 29 luglio 2016
CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

29.08.2009

Nell'ex Colonia di Cesenatico un «cinque stelle» solo per vip


 La Colonia Veronese di Cesenatico in una cartolina d'epoca. Un gioiello che sarà trasformato in hotel
La Colonia Veronese di Cesenatico in una cartolina d'epoca. Un gioiello che sarà trasformato in hotel
  • Aumenta
  • Diminuisci
  • Stampa
  • Invia
  • Commenta

Era la colonia marina per i bambini veronesi di famiglie in difficoltà, diventerà un hotel per super ricchi, uno degli alberghi più belli e sfarzosi d'Italia, sicuramente il più lussuoso della Riviera adriatica.
L'ex Colonia Veronese di Cesenatico, acquistata nel 2006 da Antonio Batani, 73 anni, il re degli albergatori della Riviera romagnola (possiede undici hotel, tra cui il felliniano Grand Hotel di Rimini, cinque stelle lusso, e il Palace Hotel di Milano Marittima, cinque stelle), è destinata a diventare un extralusso a cinque stelle in posizione strategica, a poche decine di metri dal Porto Canale che fu progettato da Leonardo da Vinci agli inizi del '500 su richiesta di Cesare Borgia.
Il progetto edilizio di ristrutturazione dell'ex Colonia Veronese (che si estende su un'area di 15 mila metri quadrati) prevede la realizzazione di un albergo di 80 camere e 20 suite, una sala congressi con 500 posti e sale collaterali, un ristorante e una zona fitness-benessere. A tutto ciò si aggiunge la concessione demaniale marittima sul tratto di spiaggia di 4.500 metri quadrati, l'arenile pregiato della ex Colonia Veronese.
Il nuovo hotel sarà la dodicesima perla dei Select Hotels Collection, la catena gestita da Antonio Batani e dalla sua famiglia, che vola così ai vertici del mondo imprenditoriale turistico alberghiero Italiano.
I lavori al momento non sono ancora iniziati. Mancano le autorizzazioni della Soprintendenza ai beni architettonici, ma il romagnolo re degli albergatori assicura che sono cosa fatta.
La storia dell'ex Colonia inizia decenni fa. All'inizio appartenne al Consorzio provinciale antitubercolare di Verona (ex Cpa) che la utilizzò, a scopo preventivo, non di cura, per i soggiorni climatici dei veronesi che avevano bisogno di respirare buona aria marina, ricca di iodio.
Quando entrò in vigore la riforma del servizio sanitario nazionale nel 1978, il Cpa fu soppresso e l'immobile di Cesenatico, unitamente alle ex colonie di Ceriale, in provincia di Savona, e di Boscochiesanuova, passò per il 50 per cento di proprietà alla Provincia di Verona e per l'altro 50 a tutti i 98 Comuni veronesi in quote proporzionali al contributo economico versato annualmente per la gestione del soppresso consorzio, contributo dipendente dal numero di abitanti di ogni singolo Comune.
In seguito a questo passaggio di proprietà venne costituito il Consorzio tra Provincia di Verona e Comuni per l'attività in colonie, al quale partecipava la Provincia di Verona e quasi tutti i Comuni veronesi.
Il neonato Consorzio doveva gestire le tre colonie ed altri, eventuali, soggiorni climatici. Nei primi anni '90 il Consorzio smise di utilizzare la Colonia Veronese di Cesenatico e subito dopo lo stesso Consorzio cessò di esistere. Ne nacque uno nuovo tra il Comune di Verona e alcuni Comuni veronesi: il Consorzio intercomunale soggiorni climatici di Verona, che mai gestì l'immobile di Cesenatico, mentre utilizzò ancora l'ex colonia di Ceriale oltre ad organizzare soggiorni estivi per anziani. Nel 2003 la vendita al Comune di Cesenatico, per 6,4 milioni di euro. Ora la svolta, e un futuro tutto nel segno dei «vip».
Morello Pecchioli

Morello Pecchioli
Suggerimenti

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Twitter

Facebook

Sport

Spettacoli

Sondaggio

Con quale ruolo vedresti Luca Toni nell’Hellas del futuro?
Luca Toni
ok