martedì, 09 febbraio 2016
CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

05.07.2012

Grest, 525 ragazzi alla carica

I ragazzini del Grest sono i grandi protagonisti dell'assolata estate montefortiana
I ragazzini del Grest sono i grandi protagonisti dell'assolata estate montefortiana
  • Aumenta
  • Diminuisci
  • Stampa
  • Invia
  • Commenta

In parrocchia, cinque giorni su sette, suona la carica dei 525: tanti sono i ragazzi che al Grest hanno trovato la risposta al bisogno di stare insieme, giocare, divertirsi ma anche dare un senso formativo all'estate. Sono numeri da record se si pensa che lo scorso anno, alla fine delle quattro settimane di attività all'ombra del campanile, si contarono 470 ragazzi. Quest'anno i ragazzi tra i 7 e 12 anni sono ben 375; 102 sono gli animatori tra i 15 ed i 19 anni, aiutati da un «vivaio» di 50 quattordicenni. Il segreto del successo, è il gioco, a punti, con le sue regole, la comunità dei più grandi che si prendono cura a cascata dei più piccoli e che rimandano al concetto di famiglia, ma anche la presenza del «boss», o meglio don Alessandro Bonetti che, se dà l'impressione di essere quello che si diverte di più, è anche quello autorizzato ad assegnare o togliere punti. Il parco comunale è rimasto sporco dopo un pomeriggio in cui il Grest è strascorso là? Nessun problema: don Alessandro fa la «conta» tra tutte le squadre e, a sorpresa, chi vince, perde 100 punti. E chi ride di chi perde, ne lascia 50. Insomma, se un responsabile per il parco sporcato non c'è, il prete risolve affidando al caso - e alla provvidenza - la «giusta» punizione. E a chi tocca, tocca. Segue un silenzio di tomba tra i ragazzini, che non se l'aspettavano. Ma poi parte la musica e si torna a far festa. I genitori assistono esterrefatti e forse un po' della «lezione» di don Alessandro servirà anche a loro, a casa. Anche così - e con il rock che fa ballare anche le lodi più religiose - si fa pastorale giovanile. Ma non è tutto qua e lo sa bene chi passeggia in centro il martedì sera dopo le 21, quando cioé gli animatori adolescenti propongono il karaoke. Il mercoledì e il venerdì sera, invece, ci sono le «Follie notturne», libera rilettura dei giochi senza frontiere organizzato e gestito dai diciottenni con protagonisti come minimo 150 coetanei o giù di lì. E il fine settimana? Sabato e domenica c'è il teatro: il debutto, fatto scivolare sul calendario dalla sfortunata finale degli Europei di calcio, va in scena sabato 7 luglio. I primi a calcare le scene dell'anfiteatro all'aperto tra canonica e circolo Noi, saranno gli attori della compagnia «Neverland teatro» con «Colpo di scena», commedia in due atti liberamente tratta da «Twist» di Clive Exton per la regia di Vincenzo Rose. Si apre così la rassegna del «Teatro sotto il campanile», (inizio spettacolo ore 21, ingresso gratuito) che intratterrà i montefortiani anche nelle serate di sabato 14 e 28 luglio. Il 21, grande spettacolo in piazza per la chiusura del Grest ispirato, quest'anno, alla «Spada nella roccia».P.D.C.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Multimedia

Twitter

Facebook

Sport

Cultura

Sondaggio

Chi vincerà il 66° Festival di Sanremo?
Chi vincerà il 66° Festival di Sanremo?
ok
Cultura
I colori dei Coleotteri nella mostra Superfici
Presso il Museo Civico di Storia Naturale di ...
Incontri
Raccontastorie
Appuntamento con la lettura ad alta voce per ...
Sport
28mo Campionato Invernale del Garda
La 28ª edizione del Campionato Invernale del ...