giovedì, 21 febbraio 2019
CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

14.02.2013

Far compagnia ai malati per tre ore a settimana fa bene al volontariato

Sono aperte da oggi le iscrizioni al terzo corso base organizzato dall'Associazione volontari ospedalieri (Avo) di San Bonifacio, dopo quelli organizzati nel febbraio e nel novembre dello scorso anno. Come è noto, alla benemerita associazione si iscrivono persone generose che sono disponibili a offrire almeno tre ore ogni settimana per tenere compagnia a qualche ammalato dell'ospedale che non ha parenti o persone che vengano a fargli visita. Un'opera umanitaria che al «Fracastoro» conta già nove volontari, tra uomini e donne, i quali prestano la loro opera nel reparto di Geriatria dell'ospedale, oltre ad altrettanti volontari che si occupano di varie attività connesse allo stesso tipo di assistenza. Le richieste da parte di persone disponibili a far parte di questa piccola schiera di volontari in questi ultimi tempi sono sempre più numerose, riferisce Maria Cristina Bonomo, segretario dell'Avo sambonifacese. Pertanto è stato organizzato un terzo corso di formazione che si svolgerà nei giorni 18 e 25 febbraio e 4, 11 e 18 marzo prossimi, in una sala dell'ospedale Fracastoro. Per informazioni telefonare allo 045.6138462. L'associazione è stata istituita a Milano nel 1975, per volere di Erminio Longhini, un primario che fra i primi ha colto il problema della solitudine degli ammalati. Attualmente la Federavo raggruppa su tutto il territorio nazionale 244 Avo, operative in 521 strutture sanitarie, con 30mila volontari. L'Avo regionale Veneto coordina dal 2004 circa duemila volontari, impegnati in 42 strutture sanitarie della regione (ospedali, case di riposo, Rsa, Hospices, strutture intermedie, centri diurni, comunità alloggio, Iov, case di cura). In tutto questo arco di tempo si è impegnata con dedizione e generosità accanto ai malati, svolgendo un servizio tanto prezioso quanto silenzioso. In maggioranza i volontari sono donne, ma l'associazione vanta anche un buon numero di uomini. L'età media si aggira intorno ai 50 anni ma sempre più numerosi sono i giovani. Il servizio dei volontari nei reparti, fatto di ascolto, comprensione e condivisione, mira a creare un'atmosfera familiare che renda meno duro l'impatto con l'inevitabile anonimato della struttura . Dal 2007, presidente dell'Avo regionale è Marilena Bertante, dopo anni di servizio all'Avo di Padova. Il 18 febbraio, all'inaugurazione del corso interverranno le autorità e la presidente dell'Avo regionale, accompagnata dalla presidente dell'Avo di San Bonifacio, dottoressa Antonella Crestani.G.B.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sport

Spettacoli