martedì, 09 febbraio 2016
CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

18.10.2013

Alle terme in arrivo la Laguna «Così si allunga la stagione»

L'Olimpionica sarà coperta, ma l'Azienda terme è pronta a lanciare anche la nuova piscina «Laguna»
L'Olimpionica sarà coperta, ma l'Azienda terme è pronta a lanciare anche la nuova piscina «Laguna»
  • Aumenta
  • Diminuisci
  • Stampa
  • Invia
  • Commenta

Si chiamerà «Laguna» la nuova piscina che l'Azienda speciale terme di Giunone realizzerà quest'inverno al posto del laghetto a sud della vasca Olimpionica. Per assicurare all'Azienda terme la copertura finanziaria, il Consiglio comunale ha concesso a garanzia del prestito una fidejussione per il valore di 1 milione di euro a favore della Cassa Depositi e Prestiti. Un mutuo ventennale di 1 milione concesso all'Azienda terme, che salderà con una rata annuale di 72 mila euro. Nell'arco dei vent'anni, prestito e interessi raggiungeranno quota 1 milione e 570 mila euro. Nel caso l'azienda termale fosse impossibilitata ad onorare la scadenza della rata annuale del mutuo, la stessa verrà versata alla Cassa Depositi e Prestiti dal Comune. A questo è valsa la garanzia stipulata con l'istituto di credito dal consiglio comunale. Fidejussione bancaria alla quale si sono detti contrari i consiglieri di opposizione, Carmen Tomba e Roberto Stevavoni, al punto da uscire dall'aula al momento del voto. «Nella delibera non c'è allegato nemmeno un disegno della piscina che si vuole realizzare», ha osservato Stevanoni. «Ecco perchè sono sempre più dell'opinione, già più volte espressa, che servirebbe un rappresentante dalla minoranza in seno al consiglio di amministrazione delle terme». «Quando poi parto dal mio quartiere e vedo giochi nei parchi divelti, marciapiedi distrutti ed auto parcheggiate fuori dagli stalli, una volta giunto alle terme mi è già passata la voglia di fare la nuova piscina», ha lamentato sempre Stevanoni. «L'Azienda terme ha disposto un piano di rientro?», ha chiesto il consigliere di minoranza Tomba. «Lo sviluppo che prevede l'azienda termale, è solo nella direzione di nuovi specchi d'acqua? Che fine ha fatto il Piano di sviluppo delle terme?». «Su un rischio economico e un piano deciso dall'azienda, alla fine non vorrei che fossimo costretti ad andare a pagare noi come Comune», ha aggiunto Tomba. «E' ora che l'Azienda terme sia a servizio del Comune e non il contrario, perchè il Comune di Caldiero ha già investito molto in passato nel parco acquatico». «Le terme devono svilupparsi con le proprie risorse e diventare ciò che finora non sono mai state, ovvero il motore del paese», ha scandito chiaramente Tomba. «Dato che l'Azienda terme non ha difficoltà economiche, è bene che si arrangi. Questa decisione è da presidente dell'Azienda terme, più che da sindaco di un paese». «Abbiamo fatto il nostro compitino a casa che ci avete assegnato», ha risposto ironicamente ai consiglieri il sindaco, Giovanni Molinaroli. «Abbiamo ponderato bene la questione: bisogna sperare che l'azienda faccia sempre utili e che l'affluenza durante la stagione estiva sia buona, così il Comune non andrà a pagare nulla. Noi siamo dell'idea che è bene che si facciano le piscine nuove, perchè questo attira utenti». «Sono passati tantissimi treni in 50 anni a Caldiero e li abbiamo persi tutti», ha ricordato Molinaroli. «Dobbiamo far lavorare l'azienda più mesi all'anno possibile e per fare questo abbiamo previsto la copertura dell'Olimpionica. La garanzia secondo voi è sprecata per fare un nuovo specchio d'acqua? La realtà del mercato invece ora richiede questo». «Se l'azienda rispetterà l'impegno del pagamento della rata, questi soldi potranno essere liberati e spesi nel bilancio del Comune», ha replicato il vice sindaco, Fabio Franchi. «Tutti dobbiamo auspicare che l'azienda terme vada bene e si sviluppi, perchè l'azienda terme è di tutti i cittadini di Caldiero. Non possiamo tifare contro un'azienda che nei tre mesi estivi dà da lavorare a 60 persone. Quindi è una realtà economica importante per il paese, che va sostenuta».

Zeno Martini
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Multimedia

Twitter

Facebook

Sport

Cultura

Sondaggio

Chi vincerà il 66° Festival di Sanremo?
Chi vincerà il 66° Festival di Sanremo?
ok
Cultura
I colori dei Coleotteri nella mostra Superfici
Presso il Museo Civico di Storia Naturale di ...
Incontri
Raccontastorie
Appuntamento con la lettura ad alta voce per ...
Sport
28mo Campionato Invernale del Garda
La 28ª edizione del Campionato Invernale del ...