domenica, 24 luglio 2016
CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

03.05.2012

La Città della musica muove i suoi primi passi

Il progetto della Città della musica sarà presentato oggi
Il progetto della Città della musica sarà presentato oggi
  • Aumenta
  • Diminuisci
  • Stampa
  • Invia
  • Commenta

Verona. È già qualche anno che si parla di concentrare in un unico grande spazio a Verona sud le principali attività musicali ed artistiche. Ora pare che si sia ad una svolta e che il sogno di tanti musicisti ed operatori culturali stia per diventare realtà. Infatti, oggi alle 17,30 sarà presentato il progetto «Città della Musica di Verona» negli spazi di Musical Box in via dell'Artigianato 9/a, in Zai, alla presenza del vicesindaco Vito Giacino che ha seguito fin dall'inizio i proponenti dell'ambiziosa progettazione, nella veste di assessore all'Urbanistica. Negli ultimi cinque anni l'associazione Città della Musica ha raccolto attorno a sé molti famosi sostenitori, a partire dal presidente Dodi Battaglia (Pooh) e proseguendo con Darryll Jones (bassista dei Rolling Stones), Bobby Solo, Gary Gibson (alter ego di John Lennon), gli ospiti principali del festival della chitarra di Soave, Luca Olivieri, Rudy Rotta e tanti altri. Oggi, dopo una breve presentazione grafica e descrizione del progetto, si esibiranno John Jorgenson e Luca Olivieri. Interverrà anche la nuova sostenitrice, Donatella Rettore. La grande struttura polifunzionale a forma di cuore che accoglierà iniziative ed eventi internazionali tutto l'anno, offrendo alla collettività formazione, servizi professionali in campo artistico e musicoterapeutico è stata progettata dall'architetto e vicepresidente, Maurizio Serafin. Il tesoriere dell'associazione è Antonio Casu, sindaco di San Bonifacio. Consiglieri attuali sono l'esperto di chitarre e strumenti d'epoca Pierpaolo Adda, il liutaio Roberto Fontanot, il titolare del megashop di strumenti musicali Musical Box, Giambattista Zerpelloni, ed il consulente informatico Giovanni Chiappori. Il progetto è stato inserito nelle grandi opere strategiche del Ptrc dalla Regione Veneto e ha ottenuto la disponibilità di alcuni tra i maggiori manager musicali europei a collaborare con eventi di portata mondiale. Non trascurabile, poi, il fatto che l'associazione sia intenzionata a collaborare strettamente con la Fondazione Arena ed il conservatorio veronese per prove, saggi, scuole di musica, grandi eventi invernali nell'arena coperta.

Roberto Ceruti
Suggerimenti

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Twitter

Facebook

Sport

Sondaggio

Con quale ruolo vedresti Luca Toni nell’Hellas del futuro?
Luca Toni
ok