Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
21 giugno 2018

Italia

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

11.01.2018 Tags: Forza Italia , Lega , Radio DeeJay , Italia , Francia , Roberto Burioni , Matteo Salvini

Obbligo vaccinale,
scontro fra Salvini
e il medico Burioni

Il post di Burioni
Il post di Burioni

È scontro sull'obbligo vaccinale, dopo l'annuncio di Matteo Salvini di volerlo cancellare: contraria la maggioranza che l'ha introdotto, ma anche Forza Italia non sembra intenzionata a inserire la cancellazione nel programma di governo. 

Con Salvini è stato molto duro il medico e divulgatore scientifico Roberto Burioni, che viene «corteggiato» da Renzi ma finora non ha accettato di candidarsi:  «Abbiamo appena seppellito un padre di 41 anni morto di morbillo», ha scritto, «una malattia che in Italia esiste ancora a causa delle basse coperture vaccinali. Abbiamo da poco una legge votata a larga maggioranza che pare stia funzionando in modo eccellente, che potrebbe risolvere questo problema e che altri paesi (come la Francia) hanno preso ad esempio. E' evidente che un bravo politico ha il dovere, per raccogliere qualche voto accarezzando il peggio del nostro Paese, di proporre la sua abolizione. Ditemi pure di non entrare in politica, ma non mi dite che "tutti sono uguali"». A Radio DeeJay, nel programma «Lateral» che aveva ospitato il leader leghista, ha rincarato la dose: «Far scegliere sui vaccini a Salvini è come far scegliere ai passeggeri di un aereo con quante ruote atterrare».

 

NUOVA POLEMICA

Oggi sul Corriere della Sera Salvini è andato diritto per la sua strada: «Siamo l'unico stato con dieci vaccini obbligatori», ha detto Salvini al Corriere della Sera, «la Lega propone che lo Stato si faccia carico di esami pre vaccinali». Dura la replica di Burioni:  «Quegli esami da un lato sono un tormentone degli antivaccinisti per sfuggire ai loro doveri sociali, dall'altro semplicemente non esistono, come potrebbe confermare a Salvini qualunque infettivologo o pediatra di qualunque reparto ospedaliero o universitario».

Puoi leggere anche

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1