Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
19 ottobre 2017

Italia

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

20.03.2017

«Don Ciotti sbirro»
Scritte contro Libera
su Vescovado Locri

Don Ciotti con il presidente Mattarella
Don Ciotti con il presidente Mattarella

Dopo la visita di ieri del presidente della Repubblica Sergio Mattarella, una scritta «più lavoro meno sbirri», è stata tracciata la notte scorsa sul Vescovado di Locri dove risiede il vescovo Francesco Oliva e che in questi giorni ospita don Luigi Ciotti, presidente di Libera, per la manifestazione nazionale della Giornata della Memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie. Ieri Mattarella aveva lanciato un duro monito contro le mafie affermando, tra l’altro, che i mafiosi «non hanno onore».

Ne è stata trovata anche un’altra: «Don Ciotti sbirro». Entrambe le frasi sono state subito cancellate, stamani, dagli operai del Comune.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1