Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
24 gennaio 2018

Italia

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

02.01.2018

Cisterna a fuoco
sulla A21, 6 morti
tra cui due bimbi

L’inferno lungo l’autostrada. È accaduto nel primo pomeriggio a Brescia nel tratto di A21 tra il casello di Brescia centro e quello di Manerbio. Tra le 12.31 e le 14.19 si sono registrati due diversi incidenti entrambi in direzione nord e nel secondo sono sei le persone rimaste uccise. L’autista di un camion che trasportava cereali e le cinque persone tra cui due bambini, probabilmente componenti di un’unica famiglia, a bordo di una vettura forse francese.

 

L’auto, secondo l’ultima definitiva ricostruzione dei vigili del fuoco e della Polizia stradale di Brescia e Cremona, sarebbe rimasta incastrata tra due mezzi pesanti prendendo fuoco: un’ autocisterna carica di benzina che è andata in fiamme subito dopo essere stata tamponata e appunto il camion che trasportava cereali. I tre mezzi sono stati distrutti dalle fiamme e le sei vittime carbonizzate:

 

Il terribile incidente è avvenuto esattamente sotto il ponte della strada provinciale 24 che collega Poncarale a Manerbio e che è stato dichiarato inagibile. Si sono formate lunghe code in autostrada, il tratto è rimasto chiuso per i rilievi. Riaperto alla circolazione invece il senso di marcia opposto.

 

Il rogo  ha generato fumo denso e nero visibile a chilometri di distanza. Sul luogo dell’incidente stanno arrivando gli uomini della Polizia Scientifica da Milano e biologi esperti per effettuare prelievi sui resti delle sei persone carbonizzate e risalire così attraverso il Dna alla loro identità.

 

Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1