Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
18 novembre 2018

Italia

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

09.09.2018

Brescia, epidemia
di polmonite
I casi sono 200

Il blocco dei Laboratori agli Spedali civili di Brescia
Il blocco dei Laboratori agli Spedali civili di Brescia

I numeri sono quelli di una epidemia. E sono aumentati nelle ultime ore. Hanno superato quota 200 i casi di polmonite nella Bassa bresciana Orientale. Sei i comuni particolarmente interessati: Carpenedolo, Montichiari, Calvisano, Visano, Acquafredda e Remedello, e 121 le persone che si sono recate in ospedale. Non è esclusa l’ipotesi di un batterio presente nell’acqua.

 

«Dei 121 accessi al pronto soccorso per polmonite, 109 sono residenti o domiciliati nel territorio di Ats Brescia, 12 sono residenti o domiciliati in Ats Valpadana. Sul totale degli accessi, 107 sono ricoverati», fa sapere la Regione Lombardia: «Le Aziende Sociosanitarie territoriali (Spedali Civili e Garda), stanno fornendo ad Ats Brescia tempestivi aggiornamenti sul numero di casi e sugli esiti degli approfondimenti diagnostici effettuati». Anche l’Istituto Superiore di Sanità è coinvolto nel percorso di valutazione della situazione.

 

Si è deciso di avviare un'indagine sulle cause di due decessi. Sono stati disposti accertamenti sulle morti di un 85enne di Carpenedolo e di una 69enne di Mezzane di Calvisano, nel Bresciano, per valutare se i decessi siano collegati ai casi di polmonite. E' stata disposta l’autopsia per chiarire le cause della morte. 

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1