Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
19 dicembre 2018

Italia

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

01.08.2017

Bertacco «torna
a casa»: entra
in Fratelli d'Italia

Il senatore Bertacco con Giorgia Meloni e Ciro Maschio
Il senatore Bertacco con Giorgia Meloni e Ciro Maschio

Stefano Bertacco, attuale assessore ai Servizi sociali del Comune di Verona, nonché senatore della Repubblica, ha deciso di abbandonare il gruppo Forza Italia - Popolo della Libertà nel quale è stato eletto per passare nelle fila di Fratelli d'Italia. Oggi, alle 12, Bertacco ha ufficializzato il passaggio e immortalato il momento con uno scatto alla Camera dei Deputati con Giorgia Meloni e il presidente del consiglio comunale di Verona, Ciro Maschio. Proprio Maschio ha divulgato la foto sul suo profilo Facebook con un: «Bentornato a casa! Orgogliosi di averti con noi! Lavoreremo insieme per far crescere la nostra Comunità!», seguito dall'emoticon del Tricolore.

 

Bertacco è entrato al Senato, dove era primo dei non eletti, nel febbraio del 2013 in sostituzione di Maria Elisabetta Alberti Casellati che era stata eletta membro del Consiglio superiore della magistratura. Il senatore, tra i fondatori a Verona del Gruppo Battiti, proviene da una lunga militanza in An ed è stato assessore ai Servizi Sociali nella prima giunta Tosi. In Parlamento, dal gennaio del 2016, Bertacco è segretario dell 11ª Commissione permanente che si occupa di Lavoro e Previdenza sociale.

 

 

«È naturale che quando una esperienza finisca ognuno torni a casa sua. Bertacco era subentrato a Verona a da tempo collaborava con noi. Oggi si concretizza con la sua adesione il fatto che FdI sia presente a Palazzo Madama in un momento in cui si annunciano importanti provvedimenti come lo ius soli, la legge elettorale e l’esame dei vitalizi», ha spiegato nel corso di una conferenza stampa Giorgia Meloni. Bertacco ha detto che l’adesione a FdI è stata una scelta «naturale fatta sapendo di essere bene accolto».

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1