Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
25 settembre 2018

Vino & Agroalimentare

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

27.06.2018 Tags: Allegrini , Monte Bianco , Marilisa Allegrini , Carlo Cracco

Cracco e Allegrini, cena mozzafiato ai 3.500 metri del Monte Bianco

Una prima donna del vino, la veronese Marilisa Allegrini, e uno dei più celebrati chef italiani, Carlo Cracco.

L’incontro in una location unica come il Monte Bianco, e ne esce una cena-evento: andata in scena al tramonto ai 3.500 metri di quota di Punta Helbronner, nella spettacolare sala ricevimento della stazione d’arrivo della funivia SkyWay.

Alle finestre la magia dei ghiacciai e le vette del Bianco, del Dente del Gigante, dalla Grandes Jorasses; in basso la vista mozzafiato di Courmayeur. In tavola, tra le candele e le ortensie bianche e azzurre della mise en place, la sinfonia di Cracco che - lasciato per un giorno il posto di comando della casa-ristorante in Galleria a Milano - ha proposto un menù fatto interamente di inediti. Piatti raffinati e al tempo «semplici», giocati sulle materie prime della montagna, sulle erbe e i fiori del bosco.

Un mix calibrato di sapori e profumi d’estate, con «invenzioni» quali l’uso degli aghi di abete rosso, le foglie di begonia (croccanti) per guarnire un sorprendente ’uovo affumicato alla liquirizià, la segatura di cipresso per la crosta del filetto di daino, e l’esaltazione dei toni balsamici (con le pigne) nella nuova doi mascarpone del dessert. Nei calici gli aromi e i profumi della Valpolicella, dove vi sono le radici di Allegrini, e della Toscana di Bolgheri e Montalcino, le nuove tenute con cui l’azienda veronese ha allargato la gamma di etichette, consolidandosi come cantina leader a livello internazionale.

Un successo premiato anche dalla bibbia del vino, Wine Spectator, che nel 2017 ha dedicato la copertina a Marilisa Allegrini, prima volta per una donna italiana. Una prova d’alta quota, quella a Punta Helbronner, che l’Amarone riserva Fieramonte, il Brunello di San Polo a Montalcino, o lo strepitoso ’Teos Igt’ bianco di Poggio al Tesoro (Bolgheri) hanno superato di slancio, senza cedimenti dovuti all’aria rarefatta. Per celebrare la serata tra le vette anche una «prima», il battesimo degli champagne «Valentine Leflaive», brand francese che Allegrini importa distribuisce in esclusiva per l’Italia dalla scorsa primavera.

Correlati

Articoli da leggere

Puoi leggere anche

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Vota il veronese di Agosto 2018
ok

Sport

Spettacoli