Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
12 dicembre 2018

Economia veronese

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

11.01.2018

Stipendi non pagati,
nuove ombre
su Melegatti

Una fase della lavorazione
Una fase della lavorazione

In attesa degli stipendi. In attesa dei contratti per la campagna pasquale. Gli addetti Melegatti navigano ancora in un mare di incertezze e la loro situazione sarà al centro del confronto in programma questa mattina, a San Giovanni Lupatoto, tra il procuratore generale della Spa, Sergio Perosa, al timone dell’azienda dolciaria da fine dicembre ed i sindacati.

Il faccia a faccia sarà il primo, dopo l’annuncio dell’ingresso di Dal Colle Spa, con una quota del 30%, in Open capital private equity vehicle (Ocpev1), società della galassia della sgr maltese Abalone Asset Management, finalizzata all’investimento nell’azienda veronese. A seguire, alle ore 11, i rappresentanti di Fai Cisl, Flai Cgil e Uila Uil hanno convocato l’assemblea dei lavoratori per informarli della situazione. Dopo l’incontro dei giorni immediatamente precedenti il Natale, con la presidente, Emanuela Perazzoli, che ha rassicurato sulle sorti dell’impresa e presentato Perosa, infatti, i dipendenti non hanno avuto alcun aggiornamento ufficiale.

«La campagna di Pasqua dovrebbe essere già iniziata», spiega Maurizio Tolotto di Fai Cisl, «ma i contratti di tempi determinati e stagionali non sono ancora stati rinnovati. Secondo fonti aziendali gli stipendi dovrebbero arrivare entro fine settimana: al primo pomeriggio di oggi (ieri per chi legge, ndr), 10 gennaio, non risultano accreditati». Per Paola Salvi di Flai Cgil la tempistica era chiara. «Entro il 28 dicembre doveva essere completata la messa a punto delle linee. La produzione, invece, doveva partire l’8 gennaio. Ma siamo ancora in attesa, senza sapere se il piano di Pasqua è stato presentato in Tribunale, per essere autorizzato», dice.

«Speriamo che dopo la minicampagna natalizia non segua una minicampagna pasquale. La festa cade il 1° aprile e i tempi stringono», aggiunge. In settimana è anche fissata l’assemblea dei soci, per venerdì 12 in prima convocazione. Esattamente una settimana più tardi, in seconda convocazione. L’appuntamento è atteso dai soci di minoranza che non sanno più cosa succeda in Melegatti. «Ho chiesto l’assemblea ancora settimane fa, alla fine della minicampagna natalizia», fa sapere Michele Turco.

Valeria zanetti
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Il ministro Bussetti chiederà agli insegnanti di dare meno compiti per Natale. Sei d'accordo?
ok

Sondaggio

Vota il veronese di Novembre 2018
ok

Sport