Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
14 dicembre 2018

Economia veronese

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

08.03.2017

Aldi costruisce a Oppeano
il suo mega-centro logistico

La prolungata stagnazione dei consumi domestici, non frena i progetti di penetrazione del gigante del discount tedesco Aldi (acronimo per Albrecht Discount) sul mercato italiano, già presidiato da competitor del calibro di Eurospin, Lild e Md. L’anno scorso la catena - già presente nei principali Paesi europei, oltre che in Usa, Australia e Cina con circa 5mila negozi, che fatturano 67 miliardi di euro - ha insediato la propria base amministrativa a Verona, al Quadrante Europa, in via Sommacampagna 63 H, lasciando a Bolzano la sede legale. Poi la struttura è cresciuta: negli ultimi mesi è nata Aldi Immobiliare srl, con sede sempre nel capoluogo altoatesino, che controllerà i punti vendita acquistati o presi in affitto nel Centro Nord Italia, dove si concentrerà l’attività di vendita in gdo.

Nel Veronese, invece, la società ha deciso di insediare la logistica, al servizio dei primi 60-70 punti vendita, che si riforniranno nella mega piattaforma in costruzione tra Ca' degli Oppi e Vallese, in località Feniletto, Comune di Oppeano. Dal quartier generale cittadino non arrivano conferme. «Per motivi di politica aziendale, siamo attualmente tenuti al riserbo in merito alle modalità di ingresso sul mercato italiano e alle trattative in corso», fanno sapere dall’ufficio stampa.

Ma il silenzio dal Quadrante Europa non smorza l’entusiasmo degli amministratori locali, per l’arrivo della multinazionale della grande distribuzione alimentare.

«I lavori per la costruzione del centro logistico sono iniziati a dicembre ed interessano una superficie vasta di 370mila metri quadrati, ben visibili anche da chi passa per la Transpolesana», spiega il sindaco di Oppeano, Pierluigi Giaretta. «L’azienda preferisce proseguire sulla linea della massima riservatezza, ma la gente chiede, anche perché c’è chi spera di essere selezionato per un posto di lavoro», aggiunge.

Da giugno sono in corso trattative con gli enti locali per tagliare i tempi della burocrazia ed agevolare l’insediamento. L’immobiliare Cameri srl si è fatta carico di tutto il lavoro preparatorio, compreso il rilascio dei permessi da Provincia e Comune (la Vas, valutazione ambientale strategica, è stata rilasciata ad ottobre, la Via, valutazione di impatto ambientale il 1° dicembre, ndr) e ora coordina le due ditte incaricate della realizzazione, una che si occupa della parte edile (Ecodem di Alpo), l’altra dell’infrastrutturale.

Entro fine luglio il centro logistico dovrà essere consegnato per perfezionare la sezione per la refrigerazione e completare gli arredi. «Sono previsti circa 160-170 posti di lavoro, forse si arriverà a 180. Inutile dire quanto siamo soddisfatti che Aldi abbia scelto il nostro territorio», aggiunge Giaretta.

Sulla stessa lunghezza d’onda anche l’ex sindaco e consigliere regionale, Alessandro Montagnoli. «Un paio di mesi fa io e Giaretta siamo stati alla sede della multinazionale a Verona per avere ulteriori informazioni: ma la parola d’ordine è low profile», afferma. Il Comune incasserà anche oneri di urbanizzazione, circa 400mila euro, di perequazione, ricevendo dalla società un lotto da 20mila metri quadrati, dal valore di oltre un milione e opere viabilistiche compensative. Sempre con l’estate potrebbe arrivare l’apertura del primo punto vendita italiano. Secondo indiscrezione dovrebbe essere localizzato nel Trentino, a fare da apripista per la conquista del mercato tricolore.

Valeria Zanetti
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Il ministro Bussetti chiederà agli insegnanti di dare meno compiti per Natale. Sei d'accordo?
ok

Sondaggio

Vota il veronese di Novembre 2018
ok

Sport

Spettacoli