Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
19 dicembre 2018

Economia veronese

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

17.03.2018 Tags: Changuitos , Negrar , Verona , Alejandra Amortegui , Veronica Romano , Abbigliamento e giochi per l'infanzia

A Verona è nata
Changuitos, accessori
da fiaba per i piccoli

I bavaglini colorati di Changuitos, ispirati alle fiabe
I bavaglini colorati di Changuitos, ispirati alle fiabe

Lo slogan è «Time to be a kid», tempo per essere bambino, e la start up veronese Changuitos intende valorizzare il tempo dell’infanzia in cui ogni bimbo ha bisogno di gioco, fiaba e fantasia. Con le creazioni Changuitos la fantasia si indossa anche, con accessori divertenti e colorati, sciarpe, berretti, bavaglini, sacchetti zaino che sono un kit per l’asilo. Ma la fantasia e la fiaba ispirano anche oggetti di uso quotidiano, come i paracolpi o i fasciatoi per i più piccoli, oppure gli astucci e i porta tablet per i più grandicelli.

Changuitos è stata fondata da Alejandra Amortegui, designer di origine colombiana, sposata ad un veronese e mamma di due bambini.Con lei un’altra imprenditrice veronese, Veronica Romano, avvocato che si occupa della parte amministrativa e commerciale.

Changuitos significa «scimmiette» e in America Latina questo termine viene usato per chiamare affettuosamente i bimbi, oltre ad avere, nella formula «hacer changuitos», lo stesso significato ben augurante del nostro «incrociare le dita». E di fortuna questo nome ne ha portata, visto che Changuitos è tra le vincitrici della Start up competition Rocket Cube del progetto «FabCube – Fabbrica di futuro», la piattaforma dedicata all’innovazione e alle startup del Veneto.

La prima collezione del brand si suddivide nelle categorie Day2Day, accessori di uso quotidiano, Play&Wear, accessori da indossare, e Play&Learn, giochi tascabili. Tutte soluzioni funzionali e design unici ed originali e tutto made in Italy con materiali della migliore qualità. Specializzata in comunicazione audiovisiva, Amortegui ha lavorato come producer pubblicitaria in Colombia e in Spagna, quindi si è trasferita a Londra nel 2011 dove ha frequentato diversi corsi di fashion textile e ora lavora a Jago di Negrar, in Valpolicella.

Puoi leggere anche

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Il ministro Bussetti chiederà agli insegnanti di dare meno compiti per Natale. Sei d'accordo?
ok

Sondaggio

Vota il veronese di Novembre 2018
ok

Sport