Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
20 settembre 2018

Bilanci

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

Top 500 2015

15.12.2016

Gsk traina i farmaci made in Verona

Lo stabilimento della Brennero Gru a Cavaion
Lo stabilimento della Brennero Gru a Cavaion

INGROSSO MACCHINARI. Il settore commercio all’ingrosso di altri macchinari e attrezzature è delimitato dal codice ateco 46.69, conta 107 società di capitali comprese nel nostro database aida, che portano un fatturato cumulativo di 253 milioni di euro; i 6 bilanci con fatturato superiore a 10 milioni coprono circa il 44% del fatturato del settore.

Le top 10 del settore registrano un deciso aumento del fatturato del +20,16%; tale tasso, di gran lunga superiore rispetto a quello medio della generalità delle aziende veronesi, è da attribuire alla variazione particolarmente positiva di una società in particolare (+180%); le società con trend negativo nel 2015 sono soltanto 2, mentre le altre 8 appaiono in decisa crescita. I risultati economici medi della gestione operativa sono in calo (Ebitda -23,10%, Ebit -33,10%) nonostante il fatturato maggiore: ciò deriva da maggiori inefficienze interne ed esterne e dai maggiori costi di struttura.

La decrescita dell’Ebitda associata all’aumento di fatturato spiega la minore della marginalità sulle vendite. Gli investimenti crescono in maniera significativa nel 2015 (totale attivo medio +6,37%), diversamente da quanto registrato per l’Ebit: ciò causa un peggioramento della redditività del capitale investito (Roa), che tuttavia rimane positiva. Il patrimonio netto medio diminuisce dell’1,42%; tale variazione si accompagna a un leggero aumento dell’indebitamento finanziario (+1,13%), generando un peggioramento nel rapporto debt/equity (0,81 nel 2014, contro 0,83 del 2015). b.camp.

COMMERCIO ALL’INGROSSO

DI FARMACI. Il settore commercio all’ingrosso di prodotti farmaceutici ha codice Ateco 46.46. Si tratta di 47 bilanci, dei quali 9 presentano fatturato 2015 superiore a 10 milioni; per continuità con gli inserti degli scorsi anni è stata di mantenuta l’analisi del settore specifico.

Nella tabella sono rappresentate le top 10 del settore comprendenti pertanto anche un bilancio con fatturato inferiore a 10 milioni; esse rappresentano circa il 93% del valore di fatturato dei bilanci disponibili.

Il settore presenta una crescita media del fatturato del 1,46%. Tutte le società, eccetto la più grande, presentano variazioni positive, comprese tra 3 e 23%.

Gli effetti sui risultati reddituali medi sono, come per gli scorsi anni, in gran parte imputabili all’andamento di GlaxoSmithKline, che essendo di dimensioni nettamente superiori alle altre aziende, finisce con il pesare molto sugli andamenti medi.

Il reddito operativo al lordo degli ammortamenti è in forte calo (-22,65%), l’Ebit diminuisce del 24,28% e il risultato netto del 46,13%. Tali andamenti si riflettono negativamente sul Ebitda/fatturato e sul Roa, come evidenziato nella tabella a fianco, che proseguono nel loro processo di diminuzione. Per quanto attiene alla situazione finanziaria, le 10 aziende mediamente hanno visto aumentare enormemente il livello di indebitamento (+149%) mentre il valore del capitale proprio decresce leggermente (-6,52%); questo spiega la straordinaria crescita del rapporto debt/equity.s.cant.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Vota il veronese di Agosto 2018
ok

Sport

Spettacoli