Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
19 novembre 2017

Economia

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

30.09.2015

Acquafert all'Expo porta nuovi progetti per l'irrigazione

Canzio Sanguanini
Canzio Sanguanini

Acquafert, azienda che da oltre vent'anni si occupa di irrigazione agricola, organizza oggi all'Expo a Milano un meeting intitolato «Smart Farm: gestione innovativa dell'acqua e dei fluidi agrozootecnici». Impresa con sedi a Cicognolo (Cremona) e a San Giovanni Lupatoto, Acquafert è una delle poche realtà veronesi che non producono cibo a trovare spazio nella manifestazione milanese.Oggi è prevista una visita al padiglione Israele, guidata dai progettisti della parete verticale, mentre nel pomeriggio nel padiglione degli agronomi Waa-Conaf si parlerà del futuro dell'agricoltura con una particolare attenzione alla risorsa idrica e al riutilizzo dei reflui agro-zootecnici.Acquafert, nata nel Cremonese, ha aperto la seconda filiale a San Giovanni Lupatoto nel 2007, inizialmente specializzata nel settore piscine, poi nell'ambito dell'irrigazione a goccia e dei vigneti. Complessivamente l'azienda ha un fatturato di 7,8 milioni di euro (dato riferito al 2014), con un trend di crescita media annua del 15%. I dipendenti sono circa una trentina, di cui cinque-sei attivi nel Veronese.«La filiale di San Giovanni Lupatoto ci sta dando risultati molto positivi, soprattutto nel settore dell'irrigazione vitivinicola: un mercato per noi nuovo, su cui abbiamo iniziato a investire da due-tre anni e che abbiamo intenzione di sviluppare ulteriormente», dichiara Canzio Sanguanini, amministratore delegato di Acquafert. «Anche per questo motivo abbiamo intenzione di implementare la forza lavoro nel Veronese, assumendo a breve un paio di persone, in particolare figure tecniche e in ambito commerciale».oM.Tr.COPYRIGHT

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Italia fuori dai mondiali dopo 60 anni. Di chi è la colpa?
Italia fuori dai mondiali
ok

Sport

Spettacoli