Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
23 settembre 2017

Cultura

Chiudi

26.02.2017

Nuovo braccio robotico
ispirato alla catapulta

TRENTO

Un nuovo braccio robotico flessibile, ispirato ad antichi disegni di catapulte originate dal genio di Leonardo da Vinci, è stato messo a punto nel laboratorio ERC Instabilities dell’Università di Trento. I risultati ottenuti sono un’ulteriore conferma della applicabilità dei modelli teorici della meccanica dei solidi alla progettazione ingegneristica dei cosiddetti “soft robots”, impiegati ad esempio in un ambito delicato come quello della medicina, dalla diagnostica alla chirurgia, oppure in ambito sportivo (salto con l’asta). I risultati della ricerca hanno ottenuto la copertina della rivista britannica «Proceedings of the Royal Society A», dedicata alle scienze matematiche, fisiche e ingegneristiche. È proprio dai disegni di Leonardo che è nata l’ispirazione per l’articolo, un un saggio sulla meccanica del braccio robotico flessibilè, i cui autori sono i ricercatori Costanza Armanini, Francesco Dal Corso e Diego Misseroni.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1