Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
19 settembre 2018

Cultura

Chiudi

02.06.2018

I «belly casting»
di Desirèe Prada
la maternità è arte

Pancioni in dolce attesa. E poi mani e piedi. I calchi in gesso di parti del corpo sono diventati una moda. Desirèe Prada, una giovane artista milanese, ha preso questa tendenza e l’ha portata a un altro livello e Verona presto potrà conoscere le sue opere. I suoi «belly casting», i pancioni in gesso, sono oggetti d’arte e arredamento che, dopo essere stati esposti con successo al fiera internazionale Arte Padova, arriveranno a breve anche in città, in piazza Erbe, a Casa Mazzanti Art Cafè.

 

«Mi piacciono i calchi ma a me interessa soprattutto il lato artistico successivo a un’operazione del genere», ammette Prada. «A scatenare tutto è stata la mia prima gravidanza. Da sempre appassionata d’arte, cercavo qualcosa di inedito, di originale, che fosse vicino alle mie passioni, la pittura e la scultura. Ho scoperto per caso la foto di un calco di una donna incinta. Ero al nono mese e ho avuto una folgorazione. Ho preso delle garze in farmacia, ho comprato del gesso a presa rapida, come quello dei muratori, e ho fatto subito il mio calco. Una volta finito, ci ho dipinto sopra la M51, un oggetto astronomico composto da due galassie, una a vortice, con due stelle: ho messo una stella a livello del mio cuore e un’altra a livello del mio bambino. E l’orologio che ho disegnato su quel calco ha un significato per me particolare: è l’amore che provo per mio figlio che va al di là del tempo e non posso misurarlo. Il simbolismo è ovunque, in fondo, in ogni opera che vediamo». Arrivata come tendenza dal Nord Europa, il «belly casting» sta diventando qualcosa d’altro.

 

«Dal livello artigianale», spiega ancora Prada, «vorrei portare il calco a un livello artistico. La differenza sta nel materiale: io uso materie testate, atossiche, garantite, diverse da quelle di pessima qualità che si trovano facilmente anche sul web. E una volta che ho ottenuto un calco, ci lavoro. Tutto non si esaurisce con il versamento del gesso nella forma. Il calco per me diventa una tela, che sia una mano o un pancione». E non solo. «Il mio progetto Red & White, in programma per la fine del 2018-2019», spiega l’artista, «è incentrato su un erotismo non volgare – il piede sostenuto da un tacco, per esempio – e conterrà oggetti dal fascino seduttivo. Li esporrò nell’autunno di quest’anno a Tokyo, al nuovo Sumida Hokusai Museum». Lo scopo ha a che vedere con l’arte ma anche con le spinte emotive di Desirèe, totalmente presa dai calchi: «Voglio e devo rendere arte il belly casting. È un impulso che ho fin da bambina: esprimere me stessa, il mio mondo, attraverso la pittura e la scultura». «E il belly casting», conclude Prada, «riunisce queste due discipline, andando ad esplorare aspetti dalla mia personalità e della mia vita più intima». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Giulio Brusati
Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1