Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
22 luglio 2018

Cultura

Chiudi

24.08.2009

Demi, una diciassettenne che è già un fenomeno

Demi Lovato  è stata Mitchie Torres nel film Disney,  «Camp Rock»
Demi Lovato è stata Mitchie Torres nel film Disney, «Camp Rock»

C'è una cantante italoamericana di nemmeno 17 anni in vetta alle classifiche americane. All'anagrafe di Dallas è registrata come Demetria Devonne Lovato ma milioni di fan in tutto il mondo la chiamano solo Demi e la conoscono per il suo ruolo di Mitchie Torres nel film della Disney Camp Rock, dove recita con i Jonas Brothers. Il suo secondo album, Here we go again, uscito da un paio di settimane, è arrivato al primo posto delle classifiche Usa con oltre 100mila copie vendute in pochi giorni.
Altra bubblegum music (pop da masticare e poi sputare) , potrebbe pensare chi si è dovuto sorbire Hilary Duff, Hannah Montana/Miley Cyrus, i Jonas Brothers, Zac e gli altri di High school musical, come Vanessa Hudgens. In realtà la musica di Here we go again è astutissima e non ha nulla a che vedere con il pop adolescenziale, anche se il target è quello dei ragazzini delle elementari e delle scuole medie. Tra assoli rock-metal di chitarre elettriche, ritmiche pompate e coretti da far invidia a una band rock come Bon Jovi o Green Day (ascoltare per credere Quiet, scandita da chitarre che sembrano rubate ad Alanis Morissette), la Lovato si propone come una rockeuse in miniatura, perfetto oggetto del desiderio dei ragazzini under 15 che non hanno ancora il coraggio o la possibilità di ascoltare rock e metal.
Non è un caso che, in un'intervista a Mtv, la giovanissima cantante italoamericana abbia confessato che una delle sue band preferite è quella dei Dimmu Borgir, un gruppo di black metal sinfonico.
Per il nuovo disco, addirittura, ha confessato che le influenze sono più spostate verso il soul-pop alla John Mayer. Non mente: Every time you lie, per esempio, quasi nascosta al centro del disco, è un così perfetto standard soul-jazz che risulta difficile credere che a scriverlo sia stata lei con il produttore Jon Fields. World of chances, poi, nei crediti è assegnata proprio a Lovato/ John Mayer, e al secondo ascolto si riconosce la mano del chitarrista di Room for square.
Il 20 agosto Demi ha compiuto 17 anni e ha festeggiato con un concerto a Fairfax, in Virginia, ennesima tappa di un tour che sta attraversando tutti gli Stati Uniti. Per lei non è una novità: la scorsa estate, infatti, aveva fatto da apertura alla serie di show da tutto esaurito dei Jonas Brothers, il «Burnin' Up 2008 summer tour».
Al suo fianco non ci sarà Trace Cyrus, fratellastro di Miley e cantante dei Metro Station, suo ragazzo fino a qualche settimana fa. In Solo, uno dei brani del nuovo disco, Demi sembra rivolgersi proprio al suo ex: «Non pensavo che potessi cadere così in basso/ guarda a quello che mi hai fatto/ Cosa hai vinto? Io che me ne vado, ecco cosa/ Sto pianificando di andarmene/ di lasciarti e diventare solista/ Tu canti e lo fai così male che non riesci nemmeno a restare intonato». Chissà come l'ha presa il tatuato Trace.

Giulio Brusati
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1