19 febbraio 2019

Cultura

Chiudi

24.12.2018

Tenta di rubare un’opera di Bansky Fermato al Mudec

«Walled Off Hotel Print Box Set» di Banksy
«Walled Off Hotel Print Box Set» di Banksy

MILANO Rapidissimo e molto disinvolto. Complice l’afflusso straordinario di visitatori in questi giorni al Mudec, un ladro ha sostituito una tela di Banksy, il celebre street artist britannico, con una copia. Nessuno si è accorto del cambio finchè il 28enne, incensurato di origine romena, forse non nuovo a simili prodezze, è arrivato all’uscita. A quel punto il personale del Museo delle Culture, dove l’opera è esposta, lo ha bloccato. Il giovane è stato quindi fermato dai carabinieri, denunciato per tentato furto e il quadro originale salvato. Lo scambio è avvenuto ieri pomeriggio intorno alle 17.30, quando la mostra del writer inglese dal titolo «A visual protest. The art of Banksy» erano gremiti di gente. Con gesti rapidi il ladro avrebbe sostituito con un falso - e senza far scattare il sistema d’allarme - l’opera «Walled Off Hotel Print Box Set», lavoro dell’artista di 25x25 centimetri e del valore di circa mille sterline, raffigurante una torre con i bambini che ruotano sospesi su altalene come se fosse una giostra. I carabinieri stanno cercando di capire se il 28enne sia l’autore della «crosta», o se abbia agito su commissione. Nei giorni scorsi l’eccentrico street artist aveva dipinto sul muro di un garage di Port Talbot, in Galles, un bimbo che vuole assaggiare la neve che sta cadendo. Il vero messaggio, però, è un altro. Se ci si allontana di qualche metro, ci si accorge che l’opera continua sul muro che fa angolo: c’è un cassonetto in fiamme che disperde la cenere nell’aria. E quelli che sembrano fiocchi di neve, in realtà sono residui della combustione delle acciaierie della cittadina. La paternità dell’opera è stata rivendicata con un post su Instagram. Ai primi di dicembre, invece, sempre con un messaggio sul social network, Banksy aveva annunciato che con una donazione di 2 sterline a favore dei migranti sarebbe stato possibile partecipare all’asta per la scultura «How heavy it weighs». L’opera ritrae un barcone di migranti e che faceva parte di Dismaland, il parco dei non-divertimenti di Bansky. •

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1