Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
23 gennaio 2018

Cultura

Chiudi

15.12.2017

Premio Ottella for Gam Vincono le opere di Rovaldi e Cornefeld

Da sin.: Montresor, Nuzzo, Julia Bornefeld e assessore Briani vicino all’opera d’arte acquisita da VeronaAlla Gam il premio Ottello ha richiamato un folto pubblico di appassionati d’arte FOTO MARCHIORI
Da sin.: Montresor, Nuzzo, Julia Bornefeld e assessore Briani vicino all’opera d’arte acquisita da VeronaAlla Gam il premio Ottello ha richiamato un folto pubblico di appassionati d’arte FOTO MARCHIORI

Silvia Allegri Il mecenatismo, per fortuna, torna in scena, e l’impresa scegli di investire in cultura a tutto vantaggio della collettività. Si è svolta ieri, alla Galleria d’Arte Moderna Achille Forti, la presentazione delle opere vincitrici della seconda edizione del Premio Ottella for Gam, istituito con la collaborazione di ArtVerona e la partnership dell’azienda Ottella di Francesco e Michele Montresor. I visitatori potranno ammirare una collezione arricchita dalle due nuove acquisizioni. In Notes for a book (Dear Michael) di Antonio Rovaldi, l’artista, che nella sua ricerca utilizza mezzi diversi, dalla fotografia al video alla scrittura in relazione all’immagine, «registra» le impressioni del suo percorso lungo il perimetro di Manhattan, che ispeziona camminando e scattando una serie di fotografie in bianco e nero, accostando un resoconto scritto dei suoi movimenti e di ciò che incontra dando vita al racconto di una New York residuale, sconosciuta, ma al tempo stesso periferia universale. L’opera co-vincitrice, Bianco di Julia Cornefeld, esprime invece un nuovo originale accostamento fisico-concettuale, in cui la visione fotografica di una spettacolare nuvola di fumo bianco che si alza sul cielo nero e si espande lascia i segni reali della combustione sulla cornice di legno: Bianco è dunque il risultato di un sacrificio di ciò che circonda la nuvola e l’ha generata e rimanda alla modalità del vivere contemporaneo in cui tutto si consuma e si disperde velocemente. Si tratta di un traguardo prestigioso, per gli artisti e le gallerie. E lo dimostra il fatto che le opere acquisite come Premio Ottella for Gam nel 2016 sono entrate nella classifica mondiale delle acquisizioni pubbliche classificandosi al sesto posto: la Gam dimostra dunque una grande lungimiranza con la scelta delle opere attraverso il circuito di ArtVerona. Il premio ha un valore doppio: nasce in una fiera-mercato per poi andare ad arricchire una galleria pubblica. Ai fratelli Montresor il grazie dell’Amministrazione, come ha detto l’assessore alla cultura Francesca Briani durante la presentazione, accompagnata dalla performance musicale Music for an Exhibition di Federica Furlani. «Si tratta di un atto di mecenatismo rilevante, che dopo anni di crisi non facili è un forte segnale di ricrescita culturale», ha aggiunto l’assessore Briani. «Come Amministrazione intendiamo valorizzare queste operazioni, che consentono ai cittadini di fruire di una collezione sempre più ricca». •

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1