Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
25 settembre 2018

Cultura

Chiudi

08.09.2018

Lorenzo Lotto e il richiamo delle Marche

La Crocifissione di Lotto
La Crocifissione di Lotto

Macerata ospiterà, dal 19 ottobre al 10 febbraio 2019, una grande mostra dedicata a Lorenzo Lotto, curata da Enrico Maria Dal Pozzolo, docente di Storia dell’Arte Moderna all’Università di Verona, in collaborazione con il Museo del Prado di Madrid, la National Gallery di Londra e la rete dei musei lotteschi delle Marche. L’iniziativa, dopo i gravi eventi sismici del 2016, si inserisce tra le attività di rilancio delle attrattività dei territori più colpiti, attraverso importanti operazioni culturali. La peculiarità del progetto consiste nel creare una triangolazione ed una rete di relazioni internazionali tra la Regione e i musei coinvolti. Da un lato sarà possibile effettuare un percorso nei Musei Civici di Palazzo Buonaccorsi (Macerata) integrato con i dipinti disseminati nelle Marche, dall’altra «dialogare» con le esposizioni di Madrid e Londra. L’idea, promossa da Villaggio Globale Internazionale - una delle principali società italiane per organizzare grandi eventi - parte dalla constatazione che, pur vantando Ancona, Loreto, Recanati, Monte San Giusto, Jesi, Cingoli e Urbino, la presenza di numerose opere di Lorenzo Lotto, altri capolavori realizzati dall’artista veneto nelle Marche, si trovano oggi nei principali musei del mondo e non hanno più fatto ritorno nei luoghi da dove sono partiti. Nel giugno scorso si è già inaugurata al Prado di Madrid una grande mostra - sempre curata da Dal Pozzolo - sui ritratti di Lorenzo Lotto (fino al 30 settembre) che poi si trasferirà alla National Gallery di Londra. Nel periodo compreso tra le due mostre verrà quindi realizzata a Macerata l’esposizione dal titolo «Lorenzo Lotto: il richiamo delle Marche» con l’obiettivo di riportare sul territorio, da varie parti del mondo, le opere dell’autore realizzate proprio per le terre marchigiane, mettendole in rapporto con altre testimonianze in grado di illustrare le tappe della carriera dell’artista veneziano. Circa il 15 per cento dei dipinti autografi di Lotto si conservano nelle Marche: per questo la mostra maceratese sarà arricchita da 26 opere, non solo di Lotto, ma anche dei suoi allievi e dei suoi più stretti seguaci. Il visitatore potrà quindi effettuare un vero e proprio percorso alla scoperta dei tesori lottiani, ma anche delle località che li ospitano. A questo proposito la Regione Marche ha previsto alcune azioni legate all’evento al fine di promuovere e valorizzare il territorio regionale nei paesi europei interessati dalle mostre, condividendole con gli enti e le istituzioni coinvolte. La complessità di un progetto così ampio e articolato prevede un Comitato scientifico prestigioso composto da studiosi di livello internazionale che affiancherà tutte le iniziative. •

Gianni Villani
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1