lunedì, 01 maggio 2017
CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

18.05.2012

Caso Ludwig, Abel interrogato dai Ros

Wolfang Abel, 53 anni, condannato a 27 per i delitti di Ludwig Abel intervistato da Vespa a «Porta a Porta»
Wolfang Abel, 53 anni, condannato a 27 per i delitti di Ludwig Abel intervistato da Vespa a «Porta a Porta»

Verona. Wolfgang Abel è stato interrogato alcune settimane fa dai carabinieri del Ros sulle vicende di Ludwig. La notizia è emersa in questi giorni e ieri non ha ricevuto la conferma del veronese di 53 anni, ora impiegato in un´azienda agricola di Negrar: «Non ne so niente», si è limitato a dire ieri all´uscita del tribunale. Ieri si è svolta l´udienza per la revoca della misura di sicurezza della libertà vigilata ad Abel davanti al magistrato di sorveglianza (vedi articolo a fianco).
La notizia della riapertura dell´inchiesta sulle vicende di Ludwig, in realtà, era già nota (vedi L´Arena del 12 febbraio scorso). La conferma, però, dell´interrogatorio all´ex appartenente a Ludwig dà nuova e importante linfa ad un´indagine destinata a stravolgere la realtà storica delle azioni compiute dalla sigla nazista tra la fine degli anni ´70 e gli anni ´80. In quel periodo furono commessi una decina di omicidi alcuni dei quali, però, a tutt´oggi sono ancora irrisolti. Le vittime della furia nazista furono soprattutto chi vive ai margini della società e ne fecero le spese anche due frati nel Vicentino. Ora è più chiaro che mai che gli inquirenti ritengono l´organizzazione di cui facevano parte Abel e Marco Furlan, già libero senza obblighi dallo scorso anno, non sia riconducibile solo ai due veronesi, condannati a 27 anni per gli omicidi commessi con il marchio «Ludwig».
E gli investigatori stanno scavando su questa ipotesi con gli interrogatori che si stanno svolgendo in gran segreto.
Com´è noto, era già emerso che il generale Amos Spiazzi era stato sentito a Verona nel periodo delle festività natalizie. Poi è stato il turno di Abel. Fino ad oggi, però, non è emerso quale sarebbe l´ipotesi di reato sulla quale stanno indagando i carabinieri del Ros. Abel è stato a sentito molto a lungo in qualità di testimone. D´altro canto, la sua verità l´aveva già raccontata nel libro di Monica Zornetta, «Ludwig». Aveva parlato di un´organizzazione che aveva preparato il piano della latitanza di Furlan nel 1994, fuggito dal soggiorno obbligato di Casale di Scodosia nel Padovano e poi ritrovato e arrestato a Creta.
A parlare per primo del gruppo Ludwig è stato Giampaolo Stimamiglio, ex ordinovista ed ex legionario dei Nuclei di difesa dello Stato. Ora vive sotto protezione. Come ha già scritto anche il collega Gianni Ballarini sul Diario, Stimamiglio aveva riferito «che il gruppo Ludwig era stato costituito dai nuovi elementi di Ordine Nuovo e dello stesso avevano fatto parte Abel, Furlan, e Marco Toffaloni, detto Tomaten».
Proprio il giovane veronese costituisce il trait union con la strage di Piazza della Loggia. I pm del tribunale dei minorenni di Brescia stanno indagando proprio sulla presenza di Toffaloni allora minorenne a Brescia il giorno della strage in piazza della Loggia.
I nomi furono riportati in un´informativa dell´allora capitano dei Ros, Massimo Giraudo l´8 maggio 1996 destinata al giudice istruttore di Milano Carlo Salvini e alla procura di Brescia nelle indagini su Piazza della Loggia e piazza Fontana. In quell´ atto, erano emersi anche contatti di Ludwig con l´organizzazione di estrema destra «Ronde pirogene antidemocratiche» attiva tra il 1987 e il 1990 nel nord Italia. Questa associazione era stata creata da Luca Tubertini, legato ad Abel e Furlan.
Tra gli obiettivi delle Ronde, anche «la soppressione fisica di tutti gli esseri abbietti, impediti, paraplegici sottosviluppati». Altri collegamenti di Ludwig risultano esserci anche con la setta Ananda Marga, esistente in varie nazioni e approdata a Verona nel 1974.
Si tratta di un´altra organizzazione, scriveva il giudice, Leonardo Grassi nell´inchiesta aperta sugli appartenenti a quella setta, «con regole molto rigide di carattere militare con simbologia nazista (la svastica)». Anche Abel, d´altro canto, aveva già aperto un grosso varco sull´organizzazione Ludwig. «Secondo me, c´entra la politica, c´entrano persone facoltose, legate all´estrema destra». ha già detto Wolfgang Abel riferendosi a Ludwig. Forse l´ha fatto anche con gli inquirenti che stanno indagando su Ludwig. Che stanno scavando sulla sigla neonazista. Si stanno verificando anche eventuali fini terroristici di Abel e amici?

Giampaolo Chavan
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Cosa pensate dell’apertura del nuovo centro commerciale “Adigeo”?
ok

Sport

Spettacoli

Sondaggio

Ti piace il governo Gentiloni?
Gentiloni
ok