Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
25 settembre 2018

Speciali

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

Verona Virtuale

04.09.2018

La montagna
spaccata
Visita a 360°

Questo video non può essere visualizzato.
Non si è accettata la cookie policy.

GUARDA A SCHERMO INTERO

La montagna spaccata, un luogo dove natura e leggenda si incontrano. È una profonda fenditura di origine tettonica e scavata dall’acqua del torrente Torrazzo. Si trova a poca distanza da Recoaro Terme, in provincia di Vicenza, e si raggiunge percorrendo la strada che da San Quirico porta a Recoaro Mille. Il sentiero che entra nella montagna è interamente pedonale e si snoda all’interno del Calcare di Monte Spitz sino a raggiungere un’altezza di circa 90 metri. La gola è attrezzata con scale in ferro e all’ingresso sono disponibili i caschetti di protezione. Una targa ricorda la visita della regina Margherita di Savoia avvenuta il 9 agosto 1879. A catturare il visitatore è la suggestiva forma del luogo che intreccia natura e racconti, come la leggenda dell’anguana Etele e Giordano. Secondo il mito, le anguane erano donne affascinati e sfuggevoli. Etele era la figlia della maga del bosco e fu sposa di un giovane del luogo, Giordano. Ma, su di lei gravava un incantesimo: sarebbe svanita alla scomparsa della madre. Quando accadde fu rincorsa dallo sposo e giunta ai piedi di una montagna, la roccia si spaccò in due e scomparve. Il loro amore non finì e continuò a sgorgare come acqua dalle rocce. L’entrata al sito è a pagamento e in estate le visite sono anche notturne.

 

È disponibile al download un poster.

 

Marco Cerpelloni
Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1