22 gennaio 2019

Speciali

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

Una vita in circolo

15.01.2018

Tutto a misura
di famiglie, e il
bar non serve

Un gruppo di famiglie del «Noi» di Trevenzuolo: l’impegno nel volontariato è una delle note significative del CircoloBambini e adulti sul palco durante uno spettacolo teatraleAlcuni iscritti al Circolo Noi in occasione di una gita: le uscite sono un’occasione di crescita e conoscenza per tuttiLa grande torta preparata per festeggiare il ventesimo anno di attività del CircoloLa classica tombolata, uno degli appuntamenti irrinunciabili per gli amici di TrevenzuoloIl presidente Diego Meneghelli
La piazza rinnovata di Trevenzuolo
Un gruppo di famiglie del «Noi» di Trevenzuolo: l’impegno nel volontariato è una delle note significative del CircoloBambini e adulti sul palco durante uno spettacolo teatraleAlcuni iscritti al Circolo Noi in occasione di una gita: le uscite sono un’occasione di crescita e conoscenza per tuttiLa grande torta preparata per festeggiare il ventesimo anno di attività del CircoloLa classica tombolata, uno degli appuntamenti irrinunciabili per gli amici di TrevenzuoloIl presidente Diego Meneghelli La piazza rinnovata di Trevenzuolo

Gian Battista Muzzi Nel 2016 il Circolo Noi di Trevenzuolo ha festeggiato il 20° anniversario della sua fondazione. Infatti era il 10 aprile del 1996 quando un gruppo di parrocchiani volonterosi, insieme al parroco don Frassani, lanciarono il circolo Anspi in parrocchia per avere un punto d'incontro per le famiglie e con lo scopo di poter riunire i ragazzi in un ambiente sereno e sicuro, dove poter giocare. Si decise di porre mano al vecchio stabile in cui si trovavano, dagli anni ’50, l'asilo parrocchiale e un vecchio cinema. Per l'adeguamento dell'intera struttura lavorarono sodo i volontari. Tutto procedette per il meglio per un bel po’ di tempo; in seguito, il gruppo iniziale subì un momento di stanchezza anche per il mancato rinnovo generazionale. Perciò, dietro richiesta delle famiglie che desideravano servizi più vivaci, si passò dall'Anspi all'Associazione Noi. Nuovamente i volontari si misero all'opera e, dopo una profonda manutenzione, diedero al paese l'attuale struttura, completamente agibile e adeguata a tutte le normative. Gli ambienti ricavati consistono in un grande salone con palco e, perciò, con possibilità di proiezioni cinematografiche e rappresentazioni teatrali, oltre ad una fiammante cucina necessaria per tutte le esigenze degli incontri conviviali degli associati che, in una comunità di 1.200 abitanti, raggiungono la ragguardevole cifra di 450 aderenti. Questi numeri danno a vedere quanto sia radicato e diffuso il senso comunitario favorito dal Circolo Noi. «Al nostro Circolo aderiscono prevalentemente intere famiglie», spiega il presidente Diego Meneghelli, «e per questo abbiamo parecchio seguito. Com'è naturale, e secondo lo spirito dello Statuto del Noi, operiamo in stretta simbiosi con la parrocchia e con le sue molteplici attività pastorali. Con le nostre iniziative, che investono il tempo libero e favoriscono i momenti della condivisione comunitaria, siamo il supporto laico della parrocchia. «Non c'è, però, confusione di ruoli», tiene a chiarire Meneghelli, «alla parrocchia competono gli aspetti della catechesi e dell'evangelizzazione; al Noi l'animazione degli aspetti ludici, la sana proposta di iniziative aperte all'intera comunità. Anzi, grazie ad una convenzione con il comune, i nostri ambienti possono essere anche usati per scopi civici». Il direttivo non ha più subito momenti di stanca? «Nel nostro direttivo rinnovato sono entrate famiglie giovani», garantisce Diego, «ma abbiamo saputo mantenere anche la presenza di alcuni vecchi pilastri, che avevano fondato il Circolo abbinando all'entusiasmo dei nuovi l'esperienza degli anziani. Ne è nato un organismo dinamico, pieno di iniziative. Anzi ne voglio elencare alcune». Fondamentale per il coinvolgimento degli associati «è l'informazione, che garantiamo attraverso un volantinaggio porta a porta per comunicare le varie attività previste. «Altro punto da chiarire: non abbiamo il bar. È stata una nostra scelta perchè già, in piazza, esistono altri due locali e sarebbe stato inutile far della concorrenza a buon mercato. Nonostante ciò il Circolo funziona ed è aperto per tutte le altre attività». Ogni tre settimane, il sabato sera, il Circolo è aperto per il gioco della tombola: «Da quanto si nota, è una proposta molto gradita», spiega il presidente, «perchè ci ritroviamo sempre con 80/100 persone, tra le quali molti bambini e parecchi anziani, che trascorrono piacevoli serate nella speranza di vincere i premi “alimentari”. La sala viene spesso utilizzata per proiezioni cinematografiche ma anche per incontri culturali o d'informazione. Sono serate a tema che spaziano dalla salute ai rapporti tra genitori e figli, dalle patologie della terza età a quelle psicologiche dell'adolescenza. E poi, «per rinsaldare lo spirito associativo, proponiamo vari pranzi o cene con lo scopo mirato di raccogliere fondi per la parrocchia». Per offrire un servizio alle famiglie «mettiamo a disposizione i nostri ambienti per festeggiare i compleanni dei ragazzi. Per farci conoscere meglio, anche se tutto il paese sa della nostra esistenza e del nostro dinamismo, una volta all'anno proponiamo l'iniziativa “Porte aperte”. Si tratta di un'intera giornata durante la quale il Circolo è aperto e il parco ospita giochi per bambini e scivoli gonfiabili». Altra importante opportunità «ci è stata offerta dall'amministrazione comunale di organizzare e gestire la stagione estiva degli spettacoli 2017 nell’Arena Verde; un'offerta di spettacoli di prim'ordine, all'insegna del divertimento e dell'aggregazione a favore di tutte le fasce d'età. «E, per concludere, voglio ricordare anche altri momenti importanti: l'organizzazione, insieme con il “Comitato Sagra”, della festa patronale e il supporto logistico al Grest che accoglie i bambini della scuola materna e delle elementari di Trevenzuolo, Roncolevà e Fagnano. •

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1
Articoli
Passioni e tempo libero moltiplicati per tre
Catechesi, le
famiglie al centro
Salus, il primo
ad accettare
la sfida del Noi
Salizzole, quelli
del Noi hanno
fatto tredici
«Il Circolo e i volontari
sono già il nostro futuro»
San Rocco, la grande
famiglia del «Noi»
Grest e campi scuola
si fanno in tre a Marano
«Carnevale e sagra,
Fagnano siamo Noi»
«Un super grazie
a chi crede in
questa realtà»
«Per divertirsi
il cellulare
resta a casa»
«Se non ci fosse il
Circolo si dovrebbe
inventarlo»
«C’è un sentire comune
fa bene anche alla fede»
Tante idee per
frenare la fuga
della gioventù
Erbè, la rinascita
e tante idee
per crescere
«Presenza significativa
Il Circolo serve a tutti»
Corno-San Vito,
insieme non
solo per sport
«Il Circolo
è la nostra
frontiera»
Tomba Extra,
uno spirito
da protagonisti
«Siamo un ponte
fra strada e chiesa»
Gli adolescenti al
centro: «Sono
la nostra priorità»
Giovani e adulti,
a Soave si
sono fatti in due
«Partiamo dalla
famiglia per
diffondere la fede»
Vicini nel segno
dell’Amicizia anche
quando l’età avanza
«Noi», lo spazio
dove si cammina
insieme
Casa don Bosco, la vita
comune che fa crescere
Non solo «bar dei
preti» ma una
palestra di vita
«La Sorgente», tanto calcio ma non solo
«Siamo un condominio
al servizio dei ragazzi»
Al «Noi» le volontarie
fanno la differenza
«Un ambiente familiare
che dà fiducia ai genitori»
Il primo impegno?
Aiutare la comunità
«Noi», il volontariato che fa bene a Lazise
Teatro, corsi e cene: partecipare è bello
«Coinvolgere
i genitori così il
Circolo è di tutti»
San Martino,
il Noi moltiplicato
per cinque
Ivano e Lauro
sono la
memoria storica
«Senza sede,
ogni luogo è
occasione d’incontro»
A Illasi il miglior
investimento
è la famiglia
«Noialtri», sport
e gite per
fare gruppo
Don Luigi: «Lavoriamo
insieme per
la gioventù»
È il gioco di
squadra che fa
vincere il «Noi»
Il Perdon d’Assisi
all’origine
della sagra
Unità pastorale,
la sfida di un
cammino comune
Amanda, nata
grazie a
papa Paolo VI
«Uno spazio di
relazioni dove
riannodare legami»
I volontari fanno
grande l’estate
del «Noi»
Grest, 200 giovani
nel segno d i«Yubi»
Star, un unico
percorso per
quattro comunità
Sognare insieme,
così cambiamo
il paese
Quelli del «Noi»,
volontariato
senza colori
Dai giovani al teatro
l’importante è esserci
Amicizia e rispetto:
«Qui ci si sente
a proprio agio»
Al Circolo tutti
sono al centro
del mondo
«Volontari e creativi
qui nasce la comunità»
Si investe sui
bambini coinvolgendo
le famiglie
Dai Primi passi al
Grest vince lo
spirito di gruppo
Qui si offre l’ambiente
giusto per i ragazzi
«A Santa Maria
il punto fermo
siamo Noi»
Campalano, gli
anziani sono
protagonisti
Fede e campanilismo
in difesa
delle tradizioni
Don Franco: la missione
è coinvolgere le famiglie
Quelli del Noi,
volontari coi
piedi per terra
Don Pietro: «L’Acr
e gli scout sono il
nostro valore aggiunto»
Tempo libero
formativo su
misura per le famiglie
Dossobuono,
giovani con
lo spirito giusto
Coinvolgere le
famiglie per far
crescere i ragazzi
Noi Pèraro, la
forza trainante
dei giovani
Un contenitore
di idee che
aiuta a crescere
Catechismo, Grest,
Acr tutto gira
intorno al Noi
Dossobuono,
giovani con lo
spirito giusto
«Il Noi è una soglia:
qui si trova lo
spazio libero»
Impegno e
passione, altro
che gente da bar
Il Circolo? «Una
grande risorsa
educativa»
«Il Ritrovo» fa
muovere tutta
Vangadizza
Don Vittorino:
«I gruppi fanno
crescere la fede»
Gioia e idee,
qui l’importante
è partecipare
Tutto in famiglia:
la fede s’accende
stando insieme
«Bar dei preti»,
qui batte il
cuore del paese
«Il Noi rende concreto
quel che dice il Vangelo»
«Noi», officina
delle idee e
spirito vincente
La forza del
volontariato fa
crescere la parrocchia
«Noi di Sangio»,
la vera gioia
è condividere
Giovani e famiglie,
un’intesa vincente
Spazi e idee: è
questo il «cuore»
del paese
Bussolengo vince
la sfida della
solidarietà
Una Chiesa aperta a
tutti che aiuta e produce idee
Il sogno di don
Guerrino è realtà
A Garda si fa di tutto
per crescere insieme
Lanterne, risotti e solidarietà
«Vince lo spirito del Vangelo»
La fiducia fa bene alla collaborazione
Tutto a misura
di famiglie, e il
bar non serve
Coltivare le buone
relazioni fa crescere
la partecipazione
Porto e Canove,
qui l’alleanza
è ricreativa
Incontri, Grest e campi
scuola per mettere
i giovani al centro
Due «motori» per la solidarietà
Un paese di
campanari al
centro della musica
L’alleanza con figli
e genitori decisiva
per rilanciare la fede
Lo spirito giusto
che fa crescere
Avesa
Noi al plurale
per essere
davvero comunità
Foroni: «Le associazioni sono
state decisive per il rilancio»